L’Ersu Palermo annulla, in autotutela, il procedimento di selezione e nomina dei direttori generali degli Enti per il Diritto allo studio.

Il procedimento – come si legge su LiveSicilia – andava avanti dal 2012 quando vennero dati gli incarichi su proposta del dirigente generale del Dipartimento regionale dell’istruzione e della Formazione professionale.

Parte così una selezione con la conseguente graduatoria.

Nell’aprile 2014 inizia un confronto tra assessorato e organizzazioni sindacali per individuare i criteri con cui assegnare gli incarichi di dirigente degli enti di Palermo, Messina, Catania ed Enna, che però hanno ritenuto di non poter prendere decisioni in merito.

Si procederà adesso alla nomina dei direttori tramite la graduatoria stilata nel 2012 «considerato che occorre – si legge nel documento di revoca – nella comparazione degli interessi in gioco, fare prevalere l’interesse pubblico della tutela dell’amministrazione regionale da eventuali responsabilità che potrebbero scaturire da reazioni processuali da parte dei soggetti collocati in posizione utile in graduatoria».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.