Una visita didattica densa di stimoli fortemente connotati storicamente e culturalmente, oltre che linguisticamente, quella che un folto gruppo di studenti della Scuola di Lingua italiana per Stranieri dell’Università di Palermo hanno avuto l’opportunità di fare nella mattinata di mercoledì 10 dicembre al Museo Etnologico Pitré e alla Palazzina cinese del capoluogo siciliano.

La classe di studenti Erasmus del livello avanzato insieme ad una rappresentanza di studenti cinesi in scambio provenienti dalla Sichuan International Studies University (SISU) di Chongqing (Cina), accompagnati dalle docenti Tindara Ignazzitto e Chen Ying, hanno avuto l’opportunità di percorrere insieme alcuni secoli di storia siciliana attraverso le testimonianze della cultura contadina, delle tradizioni e delle usanze del popolo siciliano custodite nel Museo Etnografico “Giuseppe Pitré” di Palermo.

Nelle cinque sezioni del museo – Corporazioni e Maestranze, Mestieri maschili, Mestieri femminili, Venditori girovaghi, Botteghe – sono infatti conservati circa cinquecento pezzi tra manoscritti originali, attrezzi e utensili da lavoro, foto d’epoca, ricostruzioni di ambienti, insegne di bottega, costumi, incisioni, manufatti che illustrano le tradizioni, i simboli e i protagonisti del lavoro in Sicilia dal Quattrocento ai primi del Novecento. La visita sarà di particolare giovamento soprattutto per due delle studentesse cinesi della SISU, le quali troveranno certamente spunto per la stesura delle loro tesi di antropologia.

La seconda parte della visita ha riguardato l’adiacente Palazzina cinese, antica dimora reale dei Borbone di Napoli realizzata da Giuseppe Venanzio Marvuglia nel 1799 su commissione di Ferdinando IV di Borbone.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.