Universitari, laureati e infermieri in piazza contro la chiusura della scuola infermieri.

Dopo più di 90 anni chiude, infatti, una delle sedi più antiche d’Italia, usata dai ragazzi che studiano Infermieristica.

Per dire “no” a quella considerata «una vera e propria offesa alla professione», gli studenti ed ex studenti, circa 150, si sono riuniti in piazza Nicola Leotta, in un sit-in pacifico a cui ha preso parte anche il direttore generale del Civico, Giovanni Migliore.

«La struttura non può chiudere perché rappresenta un punto d’eccellenza per la nostra formazione», hanno detto i presenti.

Dal canto suo, Migliore  ha chiesto all’Università degli Studi di Palermo di rinnovare la convenzione che permetterà agli studenti di continuare a fare lezione all’interno dell’edificio, e di non trasferirsi – così come rischiano al momento – al Policlinico.

Foto di Rosaura Bonfardino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.