«Istituire i parcheggi a pagamento all’interno della cittadella universitaria rappresenta l’ennesima vessazione nei confronti degli studenti».

Commenta così l’inizio dei lavori di istallazione dei tornelli all’Università di Palermo, il consigliere della Quarta circoscrizione e studente universitario, Luca Reina.

«Chiedo al rettore Roberto Lagalla di interrompere tali lavori e lasciare libero l’accesso all’Ateneo, almeno per i suoi studenti. I ragazzi pagano già tasse elevate per ricevere servizi indecenti e fatiscenti. Una cittadella universitaria dovrebbe rappresentare il fulcro del sapere, un luogo di incontro e di confronto. Lucrare anche su questo è indecente».

«Non penso – aggiunge Reina – soltanto agli studenti che vivono nella Quarta per cui ho già proposto una mobilità sostenibile, grazie alla realizzazione di una pista ciclabile nelle aree circostanti l’Università. Il mio pensiero si rivolge ai tanti pendolari costretti a continui spostamenti per seguire le lezioni, alle spese della benzina, ai costi di una vita fuori sede. Un’altra, l’ennesima, tassa diventa insostenibile. Dobbiamo incentivare lo studio non scoraggiarlo. E in questo periodo di crisi, un parcheggio a pagamento all’interno dell’ateneo, solo per battere cassa, mi pare una mancanza di rispetto nei confronti di tutte quelle famiglie che fanno enormi sacrifici per pagare gli studi ai propri figli”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.