Rafforzare i rapporti di cooperazione scientifica e di scambio di docenti e studenti, finalizzati anche all’attivazione di corsi di laurea magistrale a titolo congiunto.

Sono gli scopi del rinnovo della Convenzione quadro siglata allo Steri tra l’Università di Palermo rappresentata dal rettore Roberto Lagalla e la State University of Land Use Planning di Mosca da Vasily Nilipovskiy, pro-rettore vicario e delegato alla cooperazione internazionale.

Alla cerimonia hanno preso parte Pasquale Assennato, delegato del Rettore per la cooperazione internazionale, Fabrizio Micari, Presidente della Scuola Politecnica, Maurizio Carta, coordinatore del Corso di Laurea Magistrale in Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale, Timur V. Papaskiri, Dean of the Faculty of Land Management, Tatyana A. Pakunova, Dean of the Facolty of Architecture e Galina V. Kovalevskaya del Department of Foreign Languages.

Nei giorni seguenti la delegazione congiunta si sposterà al dipartimento di Architettura per uno scambio di saluti con il direttore, Marcella Aprile e con il coordinatore del corso di laurea in Architettura, Andrea Sciascia.

In seguito, presso la Scuola Politecnica, si svolgeranno due giornate di lavoro dedicate alla presentazione dei rispettivi percorsi didattici e delle attività di ricerca nel campo dell’urbanistica e della pianificazione territoriale e ambientale, alla individuazione di campi di attività comuni per un proficuo scambio di docenti e di studenti e verrà definito il protocollo operativo, le materie e i crediti per il riconoscimento del titolo congiunto tra i due Atenei per la Laurea Magistrale in “Pianificazione Territoriale, Urbanistica e Ambientale”, per la Laurea in “Land Management” e per la Laurea in “Architecture”.

La Scuola Politecnica dell’Università di Palermo e la State University of Land Use Planning di Mosca hanno già mostrato in precedenti incontri un interesse reciproco nei rispettivi studi relativi alla pianificazione urbana, territoriale e ambientale manifestando con atti concreti la volontà ad un comune percorso di eccellenza per i giovani pianificatori dei due Paesi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.