«Nella nostra frenetica attività di rappresentanza studentesca che svolgiamo ormai da più di un decennio, ci è spesso capitato di raccogliere lamentele e istanze da parte della popolazione studentesca. Nelle ultime settimane, stiamo registrando un crescente palesarsi di malcontento che temiamo possa arrivare a condizionare il regolare svolgersi delle attività accademiche».

Così, in una nota, Intesa Universitaria.

E ancora: «Sono molte le segnalazioni che ci giungono tramite i rappresentanti a tutti i livelli presenti nei singoli corsi di Laurea. Ma una di quelle che con più veemenza sentiamo ripeterci riguarda l’ormai autoreferenzialista ERSU. Ad esempio, pensiamo sia un’ ottima iniziativa il “Taste of Sicily“, gara culinaria promossa dall’Ersu Palermo che mette in palio per i finalisti la possibilità di partecipare all’Expo di Milano 2015 e l’erogazione di una Borsa di Studio per il vincitore. Ma alla luce della pubblicazione del Bando crediamo che le priorità dell’Ersu Palermo, Ente di così fondamentale importanza per gli Studenti siciliani, dovrebbero essere ben altre».

«Ricordiamo – continua l’associazione studentesca – che l’Ersu Palermo è privo di un consiglio di Amministrazione da ormai più di 2 anni e che i Rappresentanti degli Studenti, democraticamente eletti durante le elezioni del 4 dicembre 2013 e nell’elezione del 14 gennaio 2015, non hanno ancora avuto modo di svolgere il ruolo per cui sono stati votati ed eletti da tutti quegli Studenti che riponevano il loro la speranza di migliorare una situazione sempre più alla deriva e quindi di non avere voce in capitolo sulle decisioni prese dall’Ente, e di conseguenza di non avere la possibilità di svolgere quel ruolo di organo di controllo e di garanzia a tutela dei nostri diritti da Studenti».

«Inoltre, dall’Ersu Palermo, Ente che dovrebbe garantire il Diritto allo Studio – prosegue Intesa Universitaria nessuna notizia ufficiale, ma le solite voci di corridoio su probabili ampliamenti agli Idonei di Borsa di Studio, sia per l’A.A. 2014/15 sia per gli A.A. 2013/14 e 2012/13, analoga situazione per il rimborso della Tassa Regionale prevista per gli Idonei di Borsa di Studio. Per non parlare della lentezza in cui avviene lo scorrimento delle graduatorie posto letto per gli Idonei e dei Servizi sempre più scadenti in cui gli Studenti, meno abbienti e più meritevoli, che ne usufruiscono sono costretti ad imbattersi giornalmente lamentandosi principalmente con i colleghi Rappresentanti. (Per citarne alcuni: servizio igienico pessimo, mancanza di acqua calda all’interno dei bagni e delle stanze nelle strutture abitative, scarsissima ricezione wi-fi, pasti al limite dell’accettabilità, aumento dei costi per i pasti degli Studenti che non hanno partecipato al Bando di Concorso Ersu)».

«Colleghi Rappresentanti – conclude la nota – che in più occasioni hanno sollecitato ad uno sforzo comune le figure interessate (il Presidente ERSU Dott. Alberto Firenze, il Rettore dell’Università degli Studi di Palermo Prof. Roberto Lagalla e l’Assessorato Regionale alla Formazione e all’Istruzione) affinchè si possa garantire la giusta rappresentanza ad un ente che da Statuto deve tutelare gli interessi degli studenti economicamente disagiati e più meritevoli, che decanta la trasparenza nell’ Amministrazione, ma che ancora non si è riuscito ad insediare ufficialmente da oltre un anno».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.