È di poche settimane fa la notizia che la Sicilia è la prima regione d’Italia per partecipazione al Programma europeo Erasmus+.

«I dati parlano chiaro – ha affermato Flaminio Galli, direttore dell’Agenzia Nazionale Erasmus+ INDIRE – e dimostrano il grande successo del programma Erasmus+ in Sicilia. Nel 2014 sono stati oltre 5mila i siciliani coinvolti in periodi di studio universitario all’estero, scambi di insegnanti e alunni, corsi di formazione per docenti e gemellaggi elettronici fra scuole. In un periodo storico in cui è crescente la tentazione di tornare alle barriere nazionali, il programma Erasmus+ continua a favorire lo scambio reciproco di conoscenze, favorendo un circolo virtuoso che rafforza la comune identità europea, arricchisce la formazione individuale e favorisce l’occupazione dei soggetti coinvolti».

Nel dettaglio, sono 10 gli istituti di istruzione superiore siciliani coinvolti, l’ateneo più attivo è l’Università degli Studi di Palermo, con 621 studenti in uscita (563 per studio e 58 per tirocinio), seguito dall’Università degli Studi di Catania con 269 studenti (216 per studio e 53 per tirocinio) e dall’ateneo messinese con 160 studenti (99 per studio e 61 per tirocinio). Per il 2014-2015 ne sono stati finanziati altrettanti ed è realistico un aumento se si considera il tasso di crescita registrato negli anni.

Infine, per quanto riguarda l’identikit dello studente siciliano in Erasmus, ha in media 23 anni e mezzo, nel 58% dei casi è donna, il 55% dei casi sceglie Spagna, Francia, Germania o Portogallo come destinazione per studio, dove resta per circa 6 mesi, mentre privilegia il Regno Unito per svolgere tirocini in impresa.

Se si guarda all’accoglienza, la Sicilia ospita ogni anno accademico circa 660 studenti stranieri, nel 70% dei casi sono spagnoli, francesi e tedeschi e turchi. In media, gli studenti in entrata hanno 22 anni e mezzo e trascorrono nella regione 7 mesi. Gli atenei siciliani che accolgono il maggior numero di studenti stranieri sono Palermo, Catania e Messina.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.