«Con propria nota, il pro-rettore Vicario, il professor Vito Ferro, mi ha comunicato il Suo intendimento di recedere dalla carica a far data dal 1° marzo 2015, avendo lo stesso formalmente manifestato la volontà di candidarsi all’ufficio di Rettore per il mandato 2015/2021».

Lo scrive il rettore Roberto Lagalla il quale, nell’apprezzare tale atto di sensibilità istituzionale – che preserva l’Amministrazione attiva da ogni possibile rischio di interferenza con la prossima competizione elettorale – ha accettato la rinuncia dello stesso Prof. Ferro e ha provveduto a nominare Pro-Rettore Vicario, in Sua sostituzione, il prof. Francesco Paolo La Mantia, fin qui Pro-Rettore alla Pianificazione e Programmazione strategica.

«Contestualmente, ho ritenuto di affidare l’incarico di pro rettore alla Didattica alla professoressa Rossella Serio, già componente del Nucleo di Valutazione e, poi, Delegata del Rettore per l’assistenza allo stesso Nucleo». «Informo, altresì di avere accettato la richiesta di autosospensione dalla carica elettiva di Presidente della Scuola Politecnica, presentatami dal prof. Fabrizio Micari, anch’egli in procinto di candidarsi all’ufficio di Rettore».

«Al riguardo – continua il rettore – ho incaricato il presidente vicario, professor Maurizio Carta, di assumerne temporaneamente le funzioni, con decorrenza 1° marzo 2015. Dichiarandomi certo che i due colleghi, che, ad oggi, hanno manifestato anticipata volontà di candidatura, e che, pertanto, si sono responsabilmente astenuti dal proseguire in personali funzioni di governo, sapranno correttamente e pacatamente sviluppare l’importante e prossimo dibattito pre elettorale, mi sia consentito, a ragione della natura direttamente fiduciaria dell’incarico, di rivolgere, così come già feci in occasione della rinuncia all’incarico di vicario da parte del professor Ennio Cardona».

« Rivolgo inoltre – conclude – un personale e grato ringraziamento al professor Vito Ferro per l’intenso e difficile lavoro svolto in questi anni, con diuturno impegno, solida competenza e dedizione all’istituzione. Esprimo, infine, ai nuovi pro-rettori e al presidente f.f. della Scuola Politecnica i migliori auguri di buon lavoro».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.