Aisa e Rum chiedono al rettore di attivare la convenzione “Le Università in Expo” per l’acquisto dei biglietti agevolati di accesso all’Expo.

Gli studenti universitari italiani, infatti, potranno accedere a Expo 2015 ad una speciale tariffa, 10 euro anziché 32.

Potranno usufruire di questa possibilità solo gli studenti iscritti nelle università che aderiranno alla convenzione “Le Università in Expo”. Ad oggi l’Università di Palermo non risulta tra quelle convenzionate.

«Come annunciato dall’organizzazione di Expo 2015 – si legge in una nota – gli studenti iscritti alle università italiane potranno acquistare i biglietti di ingresso alla tariffa agevolata di 10 euro per studente. Si tratta di un’importante iniziativa che coinvolgerà tutti gli Atenei, le Accademie e gli Istituti di Alta Formazione italiani riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che decideranno di aderire alla convenzione “Le Università in Expo”.

L’obiettivo di questo progetto è incentivare la massima partecipazione degli studenti all’Esposizione Universale, favorendoli anche da un punto di vista economico».

Ad affermarlo è Carlotta Provenza, Rappresentante degli studenti in Senato Accademico e componente dell’Associazione RUM-Rete Universitaria Mediterranea, che insieme all’A.I.S.A., Associazione Italiana studenti di Architettura, chiede al Rettore che si attivi per la avviare la convenzione dell’Università di Palermo.

«Infatti – afferma Alessandro Colace, Presidente di Aisa – i biglietti della tariffa studente, approntata appositamente da Expo 2015, potranno essere acquistati esclusivamente presso le segreterie delle Università che aderiranno alla convenzione Le Università in Expo. Ad oggi l’università degli Studi di Palermo non risulta tra gli enti che hanno aderito alla convenzione proposta da Expo 2015.

In considerazione delle tante richieste che ci sono giunte dai colleghi che intendono visitare l’Expo e il notevole vantaggio economico derivante dalla tariffa studente proposta dall’organizzazione chiediamo al Magnifico Rettore che si attivi per l’adesione alla convenzione da parte dell’Università degli Studi di Palermo in modo da permettere l’acquisto agevolato dei biglietti da parte degli studenti presso le segreterie dell’ateneo».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.