Si chiama Angelo Patanè il concorrente siciliano de La Casa degli Assi 2, format a metà tra talent e reality show, in onda dal 3 aprile ogni venerdì nella late night di Italia 1.

Studente presso la Facoltà di Lettere dell’Università degli Studi di Palermo, il ventiquattrenne mira a diventare un archeologo e coltiva il sogno di riuscire a finanziarsi autonomamente uno scavo grazie al poker sportivo. Con la sua determinazione è riuscito a guadagnarsi l’ingresso nella Casa dopo avere superato migliaia di candidati durante i casting che si sono tenuti a Roma e a Milano lo scorso febbraio.

«La Casa degli Assi per me è una sfida e una preziosa occasione per mettermi in gioco, sia dal punto di vista personale, sia dal punto di vista tecnico – ha dichiarato Patanè – Se dovessi essere io il vincitore di questa edizione userei una parte di quei soldi per aiutare la mia famiglia e un’altra per terminare gli studi, ma metterò una piccola somma da parte anche per giocare qualche torneo di poker live e mettere in pratica ciò che imparerò all’interno della Casa».

Al momento il giovane si trova a Malta, nella villa che ospita il reality show prodotto da Magnolia sulla base di un format originale di Pokerstars.it.

La Casa degli Assi è il primo reality italiano che ha come protagonista il poker sportivo, dopo il successo della prima edizione, lo show è passato da Italia 2 ai palinsesti serali di Italia 1.

Obiettivo del programma è osservare come abilità e tecniche applicate nel poker sportivo si possano ritrovare nelle interazioni quotidiane, nella capacità di interpretare i comportamenti altrui e gestire le difficoltà di ogni giorno. Scopo dei concorrenti sarà, dunque, quello di mettere in campo spirito di osservazione, logica, velocità di pensiero, coraggio, buone capacità di bluffare e grande self control.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.