L’Università di Palermo ha conferito la Laurea Magistrale ad Honorem in Scienze pedagogiche al maestro di musica Uto Ughi. La cerimonia si è svolta ieri presso la sala delle Capriate, allo Steri. Dopo il saluto del rettore Roberto Lagalla, il Presidente della Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio Culturale Girolamo Cusimano ha letto la motivazione, cui è seguita la laudatio pronunciata dal professor Dario Oliveri e la Lectio magistralis di Uto Ughi sul tema: La musica come necessità educativa.

Uto Ughi è uno dei protagonisti del concertismo internazionale che hanno scelto, già da molti anni, di dedicare una parte cospicua del loro tempo e delle loro energie creative all’insegnamento e alla promozione della cultura musicale nel mondo della scuola e tra i giovani.

Nato a Busto Arsizio il 21 gennaio 1944, Ughi si è esibito per la prima volta in pubblico all’età di sette anni, eseguendo la Ciaccona in re minore di Bach e alcuni Capricci di Paganini. Ha collaborato con le più importanti orchestre  e direttori del mondo.

Accademico di Santa Cecilia dal 1978 e Commendatore della Repubblica Italiana dal 1981, Uto Ughi ha vinto nel 1997 il Premio “Una vita per la musica-Leonard Bernstein” e ha ricevuto dal Presidente della Repubblica Italiana l’onoricenza di Cavaliere di Gran Croce per i suoi meriti artistici.

(Foto di Igor Petyx)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.