Con l’imminente arrivo dell’estate non si accende solo il clima, ma anche le prestazioni degli atleti giallorossoneri.

In occasione del Meeting organizzato dal Cus Palermo in Via Altofonte 80, infatti, sono stati firmati risultati pesantissimi, con due perle che hanno illuminato un quadro già ampiamente costituito da tempi e misure di grande spessore.

Tindaro Lisa, talento giallorossonero classe 1999, infatti, sabato ha fatto a se stesso uno splendido regalo di compleanno in anticipo di 24 ore, correndo i 3.000 Allievi in 8.39.59. Si tratta della migliore prestazione italiana di categoria dell’anno, che al contempo vale il minimo per i Mondiali Allievi in programma dal 15 luglio a Calì in Colombia. Per il Cus Palermo, quindi, arriva la soddisfazione dell’ennesima partecipazione ai Campionati Mondiali di Atletica Leggera, in questo caso categoria Allievi,

Al suo fianco spicca la prova fornita da Antonino Trio. Il saltatore Cus Palermo, infatti, ha firmato un eccezionale 7.64 nel lungo. Per qualche ora la sua misura è stata la migliore in assoluto in Italia del 2015, prima che Stefano Tremigliozzi, dell’Aeronautica, saltasse 7.70 in Germania. Per Trio, che lo ricordiamo è ancora Juniores, si tratta di una prova che vale la qualificazione ai Campionati Europei Under 23, in programma a metà luglio in Estonia, a Tallin. La grandezza del risultato sta anche nel fatto che Trio ha centrato il minimo sia nel salto in lungo, che nel triplo. Il minimo in quest’ultima specialità, infatti, lo aveva già conquistato a febbraio ad Ancona, con il 15.86 dei Campionati Italiani Indoor Under 23. In questo momento, in entrambe le specialità, il talento di Via Altofonte è tra i primi cinque in Europa di categoria.

Michele Basile, tecnico di Simona La Mantia ed anche di Trio, ha dichiarato ai microfoni di Cuspalermo.it: «È senza dubbio un risultato prestigioso, che lo pone in questo momento come uno dei migliori saltatori in assoluto del panorama italiano. Antonino è un talento in divenire. Può andare ben oltre i 16 metri nel triplo e può crescere nel lungo, sulla base di questi 7.60-70. Possiamo già annunciare che ai Campionati Italiani Under 23, in programma fra due settimane a Rieti, prenderà parte sia al lungo, che al triplo. Mentre la settimana prossima, a Messina, farà i CdS regionali solo nel lungo».

Come sottolineato in apertura questi due risultati molto pesanti fanno solo da anteprima alla mole di vittorie e prove di spessore fornite dagli atleti giallorossoneri. Vincenza Calì, infatti, ha vinto i 100 in 12.27. Negli 800 doppietta Cus, con l’1.56.31 di Salvatore Lauricella e l’1.56.90 di Simone Todaro.

L’allievo Sergio Barcellona vince i 110 ostacoli in 14.78, mentre Ernesto Pascone firma 1,95 nel Salto in alto Allievi. Nei lanci grandi soddisfazioni con Antonella Siracusa, che lancia il martello nella categoria Allieve a 48.15 metri. Prova positiva la sua, così come quella di Danilo Di Miceli, che vince nel martello Allievi da 5 Kg con 48.39 ed Alessandro Siracusa. Per lui nuovo personale tra gli Assoluti (7.260 Kg) con 46.51.

Da segnalare, inoltre, nell’ottica della grande famiglia giallorossonera, due prestazioni di spessore fornite da atleti di società satellite del Cus Palermo. Si tratta di Alberto Doria, dell’Arci Altofonte, che firma 9.62 negli 80 Cadetti ed Irene Scarpisi categoria Ragazze, de L’Atleta Palermo, che nel peso da 2 Kg vince con 11.12, lei che ha già la migliore prestazione italiana della sua età.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.