Durante i lavori del Congresso della European Society for Soil Conservation (ESSC) che si è svolto la scorsa settimana a Mosca e che per sei giorni con sessioni plenarie e parallele ed una escursione in campo, ha impegnato oltre 200 partecipanti in rappresentanza di 18 Paesi europei ed extraeuropei, si è provveduto a rinnovare il Consiglio Direttivo della stessa ESSC ed è stato rieletto presidente della ESSC per il prossimo quadriennio 2016/2020 il prof. Carmelo Dazzi.

«Come ritengo di avere fatto nel primo mandato – afferma il prof. Carmelo Dazzi -, mi adopererò anche per il prossimo, per mantenere e rinsaldare i rapporti di collaborazione scientifica e culturale fra la ESSC ed il nostro Ateneo».

La ESSC è una società scientifica, interdisciplinare, non politica con oltre 500 soci in 42 Paesi. ad essa afferiscono ricercatori, docenti, studenti, pianificatori ed amministratori con specifici interessi nel campo della scienza del suolo, della pianificazione e gestione del suolo, dell’ambiente e della sua salvaguardia e conservazione.

La ESSC persegue i suoi scopi fornendo una rete di scambio di conoscenze nel campo della degradazione, erosione e conservazione del suolo; realizzando studi e pubblicazioni sui principali problemi di conservazione del suolo; ponendosi come punto di riferimento per policy-makers e land-managers nel campo della gestione e conservazione del suolo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.