Due i progetti del Dipartimento di Architettura che saranno premiati all’Expo il prossimo 28 giugno 2015.

Il primo, dal titolo Partinico 2020 di Isabella Daidone, dottore di ricerca in Architettura, con Michele Anzalone, Valeria Maria Francesca Ciluffo, Daniele Giuseppe Pizzo, con la collaborazione esterna di Santo Giunta.

Il secondo, dal titolo RE_POWER. La riqualificazione e il riuso della centrale termoelettrica di Augusta di Giuseppe Samonà, di Laura Sciortino e Flavia Zaffora.

Il progetto di Daidone è stato elaborato all’interno della ricerca MIUR PRIN 2009 Dalla campagna urbanizzata alla città in estensione: le norme compositive dell’architettura del territorio dei centri minori coordinatore nazionale prof. Luigi Ramazzotti.

E, in particolar modo, come risposta ai temi di progettazione urbana individuati dall’unità di Palermo, di cui è stato responsabile il prof. Andrea Sciascia (gruppo di ricerca proff.: Andrea Sciascia, Dario Costi, Emanuele Palazzotto; archh: Emanuela Davì, Monica Gentile, Luciana Macaluso).

Il progetto Partinico 2020 affronta una specifica questione di uno dei margini di Partinico trovando una possibile compatibilità fra terreni agricoli e un brano della periferia urbana cronologicamente più recente. Ottiene tale risultato individuando opportune soglie fra parti carrabili e pedonali e proponendo nuove residenze sociali, un asilo, un mercato per la vendita dei prodotti agro-alimentari.

Il progetto di Sciortino e Zaffora – individuato dal collegio docenti del Dottorato in Progettazione Architettonica di Palermo, coordinato dal prof. Emanuele Palazzotto, anche tutor, prof. Marcello Panzarella co-tutor, in relazione ad uno specifico accordo tra la società Enel e il Dipartimento di Architettura (DARCH) dell’Università di Palermo – si inserisce nell’ambito della ricerca per il riuso della Centrale, come centro incubatore di start-up di imprese e di sperimentazione nel campo delle ricerche energetiche. Nella proposta delle due dottorande, la centrale sarà il nucleo generatore di un processo di deindustrializzazione delle aree limitrofe in grado di riconnettere tutte le emergenze architettoniche, archeologiche e le riserve naturali del territorio lungo la costa di Augusta.

Il concorso Experia Italia è stato organizzato e promosso dal Politecnico di Milano, da Rai Expo e dal Padiglione Italia al fine di selezionare proposte innovative per la valorizzazione e la progettazione dei luoghi significativi del paesaggio italiano, legati al tema di Expo Milano 2015: nutrire il pianeta, energia per la vita.

La premiazione avverrà il prossimo 28 giugno 2015 alle ore 18:30 presso l’auditorium di Palazzo Italia, Expo Milano 2015. I vincitori avranno l’opportunità di presentare i propri progetti in occasione delle serate di anteprima della serie tv Rai Experia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.