Un sit in per porre all’attenzione dell’assessore regionale alla Salute quanto emerso all’ultimo concorso per l’accesso al corso di formazione specifica in medicina generale per il triennio 2014-2017, «vittima – spiegano – di numerose azioni legali che hanno stravolto l’assetto della sua stessa programmazione e gestione».

A darne notizia è PalermoToday.

Appuntamento per i medici in formazione specifica di medicina generale e medici di medicina generale giovedì 25 giugno in piazza Ottavio Ziino.

La richiesta è quella di «garanzie da parte dell’assessorato in merito alla qualità della nostra formazione che a causa dell’elevato numero di ingressi in eccesso in seguito ai ricorsi rischia di essere gravemente compromessa: l’accesso deve avvenire solamente per concorso e vanno messe in atto tutte le misure necessarie perché eventuali e successive ammissioni siano scongiurate: garanzie in merito alla programmazione del fabbisogno del territorio, su cui chiediamo di avere reali e chiare informazioni, in modo tale che le nostre prospettive di lavoro post formazione non vengano minacciate dalla situazione creatasi».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.