Brillante successo al campionato del mondo “Under 23”, in svolgimento a Plovdiv in Bulgaria, per l’unica atleta siciliana ad essere convocata fra i canottieri.

Giorgia Lo Bue, 21 anni, della Canottieri Palermo e studentessa di Medicina dell’Università di Palermo ha conquistato il primo gradino del podio nel quattro di coppia femminile pesi leggeri. L’Italia nel primo giorno ha conquistato già tre medaglie d’oro.

Giorgia, capovoga dell’armo italiano, con il suo equipaggio – formato da Valentina Rodini, S.C. Bissolati, Nicole Sala, S.C. Lario, e Greta Masserano, prodiere del Cus Torino – ha preceduto, in finale, le imbarcazioni di Francia, Germania, Gran Bretagna, Svizzera e Danimarca.

«Non posso nascondere il mio orgoglio – afferma il prof. Dario Duca, ordinario di Chimica generale ed inorganica presso il dipartimento di Fisica e chimica direttore sportivo della Canottieri Palermo – nel vedere che una nostra studentessa è non solo in grado di conciliare studio e attività sportiva ma anche di raggiungere le vette mondiali più alte».

L’oro di quest’anno ha un significato particolare perché conquistato sulle avversarie tedesche che nel 2014 avevano vinto i mondiali, battendo di un soffio l’armo della nazionale italiana.

«Unico rammarico l’assenza di Serena, la sorella, anch’essa studentessa Unipa, che da sempre ha vogato sulla stessa barca e che quest’anno è rimasta bloccata da un infortunio».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.