Il presidente dell’Ersu Palermo, Alberto Firenze, comunica che il Consiglio di amministrazione dell’ente ha varato il concorso per la concessione di benefici da erogare in forma di: borse di studio, 680 posti letto, servizi di ristorazione, nonché altri benefici e contributi economici per l’anno accademico 2015/16.

Possono partecipare al concorso online, da venerdì scorso sul sito www.ersupalermo.gov.it (scade alle ore 14:00 del 15 settembre 2015), circa 50mila studenti universitari iscritti a: università (Degli studi di Palermo, Lumsa di Palermo), conservatori di musica (Bellini di Palermo, Scontrino di Trapani, Toscanini di Ribera), accademie delle belle arti (A.B.A di Palermo, Kandinskij di Agrigento, Abadir di San Martino delle Scale, Michelangelo di Agrigento).

In base alla condizione dello studente (in sede, pendolare o fuorisede) e in base alla fascia di reddito, l’importo della borsa di studio potrà variare da un minimo di 1.287 euro (più un pasto gratuito giornaliero) a un massimo di 3.919 euro (più due pasti gratuiti giornalieri).

Entro il 30 ottobre 2015 verrà pubblicata la graduatoria definitiva per le borse di studio e per i servizi abitativi (il 20 ottobre per gli alloggi delle matricole).

Per gli studenti di primo anno i requisiti di merito saranno valutati durante l’anno accademico, mentre gli studenti iscritti ad anni successivi al primo devono possedere necessariamente un numero minimo di CFU (crediti formativi universitari) al momento della presentazione della domanda.

Possono partecipare al concorso gli studenti in possesso dell’Attestazione ISEE (limite 19.213,51 euro) e ISPE (limite 32.757,49 euro) rilasciata gratuitamente dai Caf con specifico riferimento alle prestazioni per il diritto allo studio universitario.

Previste riserve speciali per le seguenti tipologie di studenti: portatori di handicap; provenienti da paesi extracomunitari; stranieri rifugiati politici, aventi diritto alla protezione internazionale; orfani di vittime del lavoro; stranieri figli di emigrati siciliani all’estero; orfani di vittime per motivi di mafia; vittime dell’usura e/o a studenti figli di vittime dell’usura; residenti nelle isole minori ricadenti nel territorio della Regione Siciliana; orfani che dimostrino di essere stati ospiti in una struttura di accoglienza, pubblica o privata.

Si potrà concorrere anche per: cause eccezionali; mobilità internazionale; erogazione, a studenti diversamente abili, di contributi finalizzati all’acquisto di protesi e supporti, nonché di interventi che agevolino la fruizione dell’attività didattica e lo studio.

Gli studenti potranno accedere anche ad agevolazioni e/o contributi per attività culturali.

Qui il bando.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.