L’Università degli Studi di Palermo quinta fra i mega atenei con oltre 40 mila iscritti. Risale di tre posizioni Unipa che quest’anno, nella classifica della Grande Guida Università 2015-2016 di Repubblica, realizzata in collaborazione con il Censis, finisce anche sul podio, al terzo posto, relativamente ai servizi on line e sito web.

«Un risultato raggiunto grazie al lavoro di tutti», dice soddisfatto il rettore Roberto Lagalla. «Ancora una volta – e continua – ci prepariamo ad accogliere i nuovi studenti, impegnandoci ad offrire loro servizi in costante miglioramento. Il trend delle immatricolazioni nell’Ateneo di Palermo, in controtendenza alla media nazionale, si mantiene costante nell’ultimo triennio, sempre intorno alle 6.600 l’anno, segno di una fiducia costante in una formazione che non può essere messa in discussione. I nostri laureati vengono ovunque apprezzati per preparazione e rendimento».

Lo spot promozionale Ribelli Sempre, ideato nell’ambito delle attività di Comunicazione dell’Ateneo guidate dal delegato Gianfranco Marrone, anche quest’anno è stato realizzato dagli studenti di Scienze della comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità impegnati nel progetto Noi di Unipa viral ciak, «uno spot – dice – che va proprio nella direzione di evitare quella fuga dei cervelli che impoverisce il nostro territorio, incoraggiando i nostri giovani a rimanere a studiare in città, consegnando a questa loro scelta la speranza di futuro e di progetto».

Tante le novità di quest’anno dell’offerta formativa 2015-2016, come sottolinea Rosa Serio, delegata del Rettore alla Didattica, «A partire dall’istituzione di tre nuovi corsi di laurea – spiega – quello triennale in Ingegneria cibernetica, quelli magistrali in Lingue e Letterature moderne dell’Occidente e dell’Oriente e in Scienze e Tecniche delle Attività motorie preventive e adattate e delle Attività sportive».

Corsi di studio triennali e magistrali. Sono 124 i corsi proposti quest’anno dall’Università di Palermo, tutti a numero chiuso a eccezione di quattordici lauree magistrali. Un’offerta formativa distribuita sulle cinque Scuole che hanno preso il posto delle dodici facoltà (Scuola delle Scienze di base e applicata; Scuola delle Scienze giuridiche ed economico-sociali; Scuola Politecnica; Scuola delle Scienze umane e del Patrimonio culturale; Scuola di Medicina e Chirurgia) e che è costituita da 53 corsi di laurea di primo livello, nove corsi magistrali a ciclo unico e 62 corsi magistrali, e ancora dodici Master di primo livello, 21 Master di secondo livello e due Corsi di Perfezionamento.

Doppio titolo di studio. Cresce la spinta all’internazionalizzazione, con 20 corsi di laurea a doppio titolo di studio o a titolo congiunto, otto in più dell’anno scorso, che prevedono per gli studenti la possibilità di svolgere lunghi periodi di studio all’estero (equivalenti a un minimo di 60 crediti formativi per le lauree e di 30 crediti per le lauree magistrali): Germania, Francia, Spagna, Portogallo, Tunisia, Brasile, Vietnam. Alla fine del corso, quindi, l’opportunità di conseguire un titolo unico firmato congiuntamente dalle autorità accademiche delle due istituzioni (titolo congiunto) o i titoli nazionali finali delle due istituzioni (doppio titolo).

Corsi di laurea in inglese. Così come diventano otto i corsi con accordi di mobilità extra-eu che permettono agli studenti partecipanti al programma di frequentare una parte della carriera (minimo 15 crediti formativi) nell’Università di Palermo e una parte nelle Università partner coinvolte, che si trovano in Brasile, Russia e Cina. Mentre tre sono i corsi di studio interamente in lingua inglese: International relations, Public management e Systemic Dynamics Models.

Test di accesso. Per iscriversi ai test di accesso ai corsi a numero chiuso c’è tempo fino al 24 agosto. I test di ammissione per le lauree triennali e magistrali a ciclo unico sono infatti programmati dal 3 al 22 settembre: si parte il 3 con la prova di lingua italiana per gli studenti stranieri, si finisce il 22 con la terza prova di ammissione per il corso di Conservazione e restauro dei beni culturali. Le lauree magistrali hanno invece scadenze diverse tra settembre e ottobre (vedi www.unipa.it). Le date di ammissione ai corsi a programmazione nazionale sono stabilite dal ministero, uniche in tutta Italia: Professioni sanitarie il 4 settembre; Medicina e Odontoiatria l’8 settembre; Architettura e Ingegneria edile-architettura il 10 settembre; Scienze della formazione primaria l’11 settembre. Ci si potrà immatricolare dopo i test dal 24 settembre in poi.

Immatricolazioni. All’atto di immatricolazione all’A.A. 2015-16 le future matricole dell’Ateneo di Palermo dovranno essere in possesso della certificazione ISEE, da richiedere in anticipo presso un CAF o altri soggetti abilitati. Gli studenti privi di indicazione reddituale ISEE, verranno automaticamente inseriti nell’ultima classe contributiva (la più alta), senza possibilità di successivi rimborsi. Il pagamento delle tasse di immatricolazione costituisce manifestazione della volontà di immatricolarsi e comporta l’attribuzione del numero di matricola. Sia per gli studenti di nuova immatricolazione che per gli iscritti agli altri anni accademici, sono previsti inoltre finanziamenti a tasso zero fino a 2mila euro operati da Banca Nuova, finalizzati a sostenere le spese per immatricolazioni, le tasse universitarie e altre eventuali spese inerenti lo studio, quali libri di testo, materiale didattico e trasporti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.