#Whyunipa: è questo l’hashtag lanciato ieri da Fabrizio Micari, il nuovo rettore che si insedierà presso la sede dello Steri il prossimo 1 novembre 2015.

Fin dalla campagna elettorale che lo ha portato a subentrare a Roberto Lagalla, rettore dal 2008, la sua parola d’ordine è stata quella del confronto.

Ieri sulla sua pagina Facebook ha spiegato a cosa servirà questo hashtag.

«È l’hashtag della campagna social di ascolto e confronto che parte oggi e che mi accompagnerà fino all’insediamento al Rettorato. #whyunipa. Perché? Perché #unipa è Palermo, e Palermo è #unipa. Perché, secondo me, Unipa deve ricominciare da Palermo, da tutto quello che costituisce un bene, una risorsa, un patrimonio. E per fare una metafora calcistica, Palermo è in campo, e anche #unipa lo è, si mette in gioco e corre, come e insieme alla squadra rosanero che fin dalle prime giornate di campionato ci ha regalato soddisfazioni e successi da cittadini e da tifosi».

«E questa – continua Micari – è una grande speranza per il futuro, un punto di partenza, un input, una sfida anzi ‘la sfida’ impegnativa ma esaltante, che si può vincere solo marciando uniti ed offrendo ognuno il proprio contributo, piccolo o grande che sia. È la “squadra” il motore di questo cammino. A me piacerebbe assomigliare al capitano di una squadra calcistica che trascina e motiva i suoi giocatori in campo “proponendo prospettive, agitando idee (per dirla con Enzo Ferrari) e giuste motivazioni””, per un unico obiettivo: segnare goal».

Per Micari, dunque, «anche per #unipa vale lo stesso obiettivo: raccogliere successi e farlo uniti, in squadra. Perché l’immagine di Palermo passa anche da questo, passa dall’eccellenza dell’alta formazione e dei successi sia in campo calcistico che altrove. Ecco perché #whyunipa».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.