In seguito al flashmob svolto nella mattinata di mercoledì da una quarantina di studenti, nei pressi degli uffici dell’Ersu in Viale delle Scienze, il presidente dell’ente, Alberto Firenze, ha incontrato gli studenti.

Durante l’incontro, svoltosi presso la presidenza dell’Ersu, i rappresentanti di Studenti contro il nuovo ISEE – Palermo hanno avuto modo di esporre le loro ragioni circa il problema, evidenziando che il nuovo sistema mette in difficoltà buona parte degli iscritti, in particolar modo i beneficiari di borse di studio.

Il presidente dell’Ersu ha, intanto, evidenziato come questo problema si aggiunga alle carenti risorse finanziarie messe a disposizione degli enti.

Il professor Alberto Firenze, anche al fine di consentire un dialogo costruttivo tra istituzioni universitarie e studenti, si è impegnato a fare da tramite con i giovani in protesta evidenziando di avere più volte chiesto all’assessore regionale all’Istruzione di convocare immediatamente la Commissione regionale per il diritto allo studio al fine di affrontare le criticità attuali e di pianificare la programmazione di una nuova legge sul diritto allo studio.

Firenze, quindi, nel risollecitare l’assessorato si è anche impegnato a chiedere con vigore l’istituzione di un tavolo tecnico per affrontare le tematiche sollecitate anche dagli studenti in protesta.

Altresì, il presidente dell’Ersu ha reso noto di avere già sottoposto al Miur le tematiche in questione che verranno analizzate durante la giornata del 9 dicembre, nell’ambito della notte bianca sul diritto allo studio indetta dall’Andisu (Associazione di tutti gli Ersu italiani) e a cui ha reso noto che prenderà parte anche il ministero e al quale sono invitati a partecipare sia l’assessore regionale all’Istruzione che gli studenti.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.