Dopo la classifica del 10 settembre scorso, rieccoci con l’appuntamento di ottobre con il rapporto tra gli atenei pubblici italiani e Facebook, il social media per antonomasia.

Prima, però, di dare un’occhiata ai dati raccolti ieri, ci piace sottolineare da un lato che questa graduatoria ha riscontrato l’interesse dei social media manager delle università e di alcune testate giornalistiche territoriali; dall’altro che tra pochi giorni, su spinta degli stessi atenei interessati, ci occuperemo anche delle università non statali.

Detto ciò, vi ricordiamo che la classifica, anche per questo mese, è composta da due parametri: il numero dei mi piace e il punteggio che LikeAlyzer dà alle pagine.

A proposito di quest’ultimo, si tratta di un tool, ideato da Meltwater, che aiuta ad analizzare e misurare le potenzialità e l’efficacia delle pagine di Facebook attraverso il monitoraggio di diversi elementi, quali – ad esempio –  il tasso di engagement, il numero e la tipologia dei post condivisi, l’uso o meno degli hashtag, ecc.

E ora la top 20 (cliccate sull’immagine per ingrandire):

ClassificaFB11Ottobre

Rispetto alla classifica di settembre c’è una riga in più, ovvero quella che misura la differenza del punteggio di LikeAlyzer rispetto al mese precedente; inoltre, è stato inserito in graduatoria un nuovo Ateneo, l’Università degli Studi dell’Aquila, che si è subito collocato al 35° posto con 6587 fan e con uno score di 64.

Premesso ciò, sottolineando che la rilevazione è avvenuta nel pomeriggio di ieri, domenica 10 ottobre, ecco i più e i meno:

  • Exploit dell’Università degli Studi di Cagliari: ben 5802 fan rispetto al mese precedente con uno score di 82. Guadagnate dieci posizioni: dalla 37ª alla 27ª posizione;
  • Perde ancora fan l’Università degli Studi di Roma di Tor Vergata: 29 in meno, che si vanno ad aggiungere ai 32 persi il mese scorso.
  • Tre gli atenei che hanno ottenuto il punteggio più alto da LikeAlyzer (85): Università degli Studi di Urbino; Università degli Studi di Pavia; Università degli Studi di Bergamo. Ma sono ben 34 i punti di differenza, in positivo, tra il punteggio del mese precedente e quello rivelato ieri raggiunto dall’Università degli Studi del Molise (da 32 a 66).
  • Gli atenei che hanno guadagnato una posizione: Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Palermo, Università degli Studi di Padova, Università degli Studi di Trento, Università degli Studi di Urbino, Università degli Studi di Pavia.

Cliccando qui potrete visionare l’intera graduatoria e, in fondo a essa, ci sono quelle università che o non sono presenti su Facebook o non siamo riusciti a trovarle (in tal caso, aiutateci con una segnalazione attraverso la pubblicazione di un commento o una e-mail a blog@younipa.it).

Infine, tra pochi giorni, come annunciato, pubblicheremo la graduatoria delle Università non statali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.