Studenti palermitani e francesi conseguiranno il doppio titolo di studio del Master di Informatique e della Laurea Magistrale in Informatica, attivata presso il Dipartimento di Matematica e Informatica grazie ad un accordo stipulato allo Steri tra il Rettore dell’Università di Palermo Roberto Lagalla e il presidente dell’Université Paris-Est Marne La Vallée, Gille Roussel.

Responsabile scientifico dell’accordo per l’Ateneo di Palermo è la professoressa Marinella Sciortino.

Gli studenti potranno svolgere una parte della loro carriera universitaria presso l’Università degli Studi di Palermo e una parte presso la prestigiosa Université Paris-Est Marne La Vallée.

«L’importanza delle collaborazioni tra le Università in ambito europeo ed in particolar modo di quella instaurata con l’Université Paris-Est Marne La Vallée, permetterà agli studenti di acquisire un’esperienza formativa di notevole spessore e di conseguire al contempo il doppio titolo di studio».

È quanto affermato dal Rettore Roberto Lagalla, nel corso dell’incontro con una delegazione dell’Université Paris-Est Marne La Vallée, in visita ufficiale all’Università degli Studi di Palermo composta, oltre che dal presidente Roussel, anche da Dominique Perrin, direttore ESIIE (Ecole supèrieure d’ingènieurs en Electronique et Eletrotechnique), Giuseppina Rindone e Thierry Berkover, Ufficio Relazioni internazionali, ricevuta nell’aula Carapezza del complesso Steri.

Presenti altresì, Pasquale Assennato, delegato alle Relazioni internazionali, Camillo Trapani, direttore del Dipartimento di Matematica e informatica, Marinella Sciortino, coordinatore del Consiglio interclasse dei corsi di studio in Informatica oltre che responsabile dell’accordo, Chiara Epifanio, Gabriele Fici, Raffaele Giancarlo, Sabrina Mantaci, Antonio Restivo, del Dipartimento di Matematica e Informatica e i funzionari dell’Università di Palermo Valeria Floriano e Antonio Serafini.

Il prof. Gilles Roussel, presidente dell’Université Paris-Est Marne La Vallée ha condiviso il pensiero del Rettore Lagalla affermando che gli studenti francesi avranno l’opportunità di apprezzare il sistema d’istruzione palermitano e le bellezze della città.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.