Claudia Marino, dottoranda di Ricerca internazionale in Biomedicina e Neuroscienze di cui è coordinatore la prof. Felicia Farina, ha vinto sia la Zelda Zinn Casper Scholars Endowment Scholarship sia la Arthur V. Simmang Scholarship, per un totale di circa 30.000 dollari, presentando per entrambi i risultati ottenuti fin qui nel suo lavoro di tesi di dottorato.

La dottoressa Marino ha partecipato a due bandi competitivi dell’University of Texas Medical Branch (UTMB) di Galveston dove sta trascorrendo il periodo di 18 mesi previsto dall’accordo di internazionalizzazione del dottorato. La dottoranda potrà usare il finanziamento per le sue ricerche, autofinanziandosi missioni scientifiche, partecipazioni a congressi, acquisto di libri, spese di pubblicazioni, etc.

Le ricerche della dottoressa Marino, alle quali sta dando un contributo anche il gruppo dell’Istituto di Biofisica del CNR di Palermo coordinato dal dr. Pier Luigi San Biagio, riguardano il ruolo della chaperonina mitocondriale Hsp60 nella patogenesi dell’Alzheimer.

In un quadro più generale, queste ricerche rientrano negli studi sulle chaperonopatie del sistema nervoso portati avanti dal gruppo del prof. Francesco Cappello presso la Sezione di Anatomia Umana del Dipartimento di Biomedicina Sperimentale e Neuroscienze Cliniche (BIONEC) in collaborazione anche con altri gruppi internazionali.

Il prof. Giovanni Zummo, Direttore del BIONEC, e il prof. Giulio Taglialatela, Direttore del Mitchell Center for Neurodegenerative Diseases dell’UTMB di Galveston e tutor texano della dottoressa Marino, esprimono soddisfazione per questi importanti premi ottenuti dalla dottoranda che testimoniano l’elevato livello di qualità delle ricerche nate dalla collaborazione tra il gruppo palermitano e il gruppo texano nell’ambito delle attività del dottorato di ricerca in Biomedicina e Neuroscienze.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.