ATLETICA, EUROPEI DI CROSS 2015: Bilancio positivo per il Cus palermo dagli Europei di Cross (Corsa campestre) andati in scena ad Hyeres, in Francia. Federica Sugamiele, atleta giallorossonera classe 1996, infatti, nella gara Juniores femminile nella quale era impegnata, si è classificata seconda tra le italiane e 29a assoluta. Per lei 14:07, nonostante un percorso molto dissestato, poco adatto a chi come lei solitamente si dedica ai 5.000 ed alle distanze più lunghe nel mezzofondo.

Positiva la prova anche di Silvia La Barbera, del gruppo sportivo della Guardia Forestale e cresciuta tra le fila del Cus Palermo, maglia con la quale gareggia ancora oggi in occasione dei CdS. Per lei 26a posizione nella categoria Senior, ed anche in questo caso seconda prestazione assoluta tra le italiane in gara, con 27:06.

CALCIO, ECCELLENZA GIRONE A: Sconfitta di misura per il Cus Palermo a Mazara, seppur con ampi tratti positivi vista la caratura dell’avversario e la reazione fornita nella ripresa. Gara equilibrata nelle prime battute, il pubblico di casa si fa sentire, spingendo i canarini verso un aumento della pressione e dell’intensità col passare dei minuti. Le occasioni da gol nitide non arrivano copiose e si avverte la sensazione che può essere un episodio a sbloccare il parziale. Così è, infatti, al minuto 39′, quando il direttore di gara Vella, assegna un penalty ai gialloblu, che tanto fa arrabbiare Aprile. Dal dischetto si presenta Bono, che trasforma per l’1-0.

Nella ripresa la reazione c’è, anche se l’appuntamento con il gol non si concretizza. Prima è il Mazara a sfiorare il gol con una bella ripartenza, ma la battuta termina alta sulla traversa. Quindi sarà Rizzo su calcio piazzato a rendersi pericoloso. Prima con un tentativo diretto parato, poi nel finale la grande occasione per l’1-1. La punizione del laterale palermitano viene deviata con una piccola incertezza da Iacono, la sfera colpisce il palo, ma il rimbalzo strano successivo non permette a Vitale di ribadire in rete. Al triplice fischio è 1-0 Mazara, ma la ripresa del Cus Palermo, sul campo di una delle Big del campionato, lascia ben sperare. Personalità e coraggio, il pari nel finale non avrebbe fatto urlare nessuno allo scandalo.

CALCIO A 5, SERIE C1 SICILIA: Netta vittoria per il Cus Palermo, che in casa supera l’Argyrium per 6-1. Un successo maturato soprattutto nella ripresa, quando gli universitari di Toti La Bianca hanno dilagato. La gara nella prima frazione vede il Cus gestire il possesso, seppur questo non produca la mole di reti sperata, viste le tante occasioni non concretizzate. A tre minuti dal duplice fischio, però, arriva il vantaggio, col solito Giambona, su tiro libero.
Nel secondo tempo sono da registrare occasioni per entrambe le compagini, ma al 10′ ancora Giambona, su calcio di punizione, firma doppietta e 2-0. Un doppio vantaggio che dura solo tre minuti, visto l’1-2 ospite, siglato sugli sviluppi di un corner. La rete che accorcia le distanze non dà agli ospiti lo slancio sperato e tra il 20′ ed il 27′ Termini mette in ghiaccio la vittoria, firmando una tripletta, che porta i suoi sul 5-1. Nei minuti di recupero, con l’Argyrium proteso in avanti col portiere di movimento, è Rao a sfruttare una palla persa, che con un pallonetto dalla propria metà campo chiude il tabellino sul 6-1.

PALLAMANO, SERIE A2 GIRONE E: Sconfitta a Marsala per il Cus Palermo contro Il Giovinetto Pallamano. Per il gruppo di Walter Pezzer un risultato amaro maturato sono nel finale, visto l’andamento del match, che sino a 10 dalla fine premiava i giallorossoneri.
La gara parte ed il sostanziale equilibrio, col passare dei minuti, tende a spostarsi verso la parte palermitana del tabellone. Il Cus è vivo e porta a segno i suoi colpi in maniera positiva. Squadre sempre molto vicine e risultato vivo già alla sirena di chiusura della prima frazione. Nella ripresa il copione non cambia, le assenze di Fazio e Tornambè si fanno sentire, ma gli universitari tengono, arrivando a dieci minuti dalla fine sopra di 3. Nel finale la stanchezza si fa sentire ed i padroni di casa premono sull’acceleratore, nonostante i giovani a disposizione di Pezzer, come Maggio e Carrera, si siano fatti valere, dando tutto per sopperire alle assenze. I minuti finali non permettono ai giallorossoneri di tornare a casa con i tre punti ed alla sirena il finale è di 34-32 Giovinetto.

Per il Cus adesso sarà la volta del derby palermitano contro il Kelona, ultima gara dell’anno prima della sosta natalizia. Appuntamento al PalaCus di Via Altofonte 80, sabato 19 dicembre alle ore 17.

BASKET, SERIE D, UNDER 18, 16, 15, 13: Impegno casalingo per la prima squadra del Cus Palermo, ospite di turno la Birrificio Messina, nella penultima del girone d’andata del campionato di serie D regionale, girone occidentale. Partenza equilibrata, nel secondo quarto gli ospiti approfittano di una vistosa sbandata difensiva dei cussini e creano un break che, alla fine, inciderà sul punteggio finale. Al ritorno dagli spogliatoi i ragazzi di Coach, Federico Catania, tentano un recupero, spendendo tutte le energie con una difesa sempre più aggressiva, ma il distacco rimane invariato. Ultimo quarto decisivo con i giallorossoneri in forcing continuo ed ospiti che tentano di arginare, ma un pò di sfortuna ed un calo fisico impediscono l’impresa del sorpasso. Il risultato alla sirena è Cus Palermo 76, Birrificio Messina 84. Nel settore vincono quasi tutte, ad eccezione dell’Under 15, superata ad Agrigento dalla Fortitudo, nonostante una bella prova. Vincono e bene l’Under 18 contro la Ginnic (89-44), l’Under 16, al Palacus, contro la Pallacanestro Campobello (58-20) e l’Under 13 (76-26) sulla Master.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.