Sorridono, riflettono, leggono, studiano, passeggiano, si guardano intorno e guardano al futuro.

Con ottimismo e fiducia. Sono le facce di Unipa, i volti degli studenti dell’Università di Palermo protagonisti del calendario 2016. Silvia, Martina, Aya e Nour, Francesco, Matteo, Marco, Rossella, Giuseppe, Ibrahim, Fabrizia, Chiara e Giammarco: questi i loro nomi, i cui volti sono divenuti protagonisti dei dodici mesi del 2016.

#Facceunipa è l’hashtag che ha viaggiato sui social network accompagnando il contest fotografico per la ricerca di facce, appunto, fra gli studenti della comunità unipa che hanno prestato il loro volto volontariamente per vestire le pagine del calendario 2016 dell’Università degli Studi di Palermo.

Un casting open air che ha messo al centro gli studenti, durato due settimane, durante le quali la fotografa professionista Barbara Faludi, in maniera del tutto gratuita, ha realizzato gli scatti di #facceunipa fra i luoghi dell’Università di Palermo, nel campus di viale delle Scienze, al Policlinico, nelle biblioteche di Ateneo e palestre del Cus e così via.

Dietro le #facceunipa, le storie di giovani che hanno scelto Unipa per i loro studi, che provengono da Palermo e non solo, e che si muovono all’interno della città universitaria portandosi dietro uno zaino carico di aspettative e buoni propositi, sebbene appesantito dai problemi sul mercato del lavoro. La campagna #facceunipa è nata con l’obiettivo di rafforzare l’identità di Ateneo attraverso i volti #unipa, ovvero la comunità di studenti.

«La mia idea di Università ruota attorno alla figura centrale dello studente che si muove ogni giorno fra i luoghi e le strutture di Ateneo e, – dice il rettore Fabrizio Micari – un luogo fatto di tanti luoghi che diventa la ‘casa’ di coloro che vogliono imparare, crescere e che hanno il diritto a una permanenza serena, proficua e assistita. Sono gli studenti i protagonisti della campagna #facceunipa, i loro volti, le loro storie, il nostro capitale umano».

Tanti gli scatti realizzati e, fra questi, dodici sono quelli che hanno trovato posto nel calendario interpretando i dodici mesi del 2016, che sarà distribuito gratuitamente ai membri della comunità Unipa, e sarà presentato dal rettore Fabrizio Micari in occasione dello scambio di auguri natalizi nel corso del concerto di teatro-musica che si terrà oggi, martedì 15 dicembre alla Scuola Politecnica alle ore 18:00 a cui prenderanno parte anche gli studenti protagonisti del calendario.

Dopo la presentazione del calendario il concerto della strana coppia Dosto e Yevsky che si esibiranno in Rap-sodia, uno spettacolo a metà fra teatro e musica, in cui musica e comicità si rincorrono grazie ad un uso virtuosistico del pianoforte di Dosto e del contrabbasso di Yevsky.

I due musicisti di formazione accademica giocano coi generi musicali mescolando l’opera al tango, il classico ai ritmi africani e giocando sui suoni e le atmosfere con l’aiuto del mezzosoprano Donna Olimpia. Lo spettacolo, Rap-sodia si svolge, senza traccia di un testo fra incidenti, gag e burle. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.