Modelli educativi per una società senza orientamento è il titolo del terzo appuntamento del percorso formativo Educare oggi al pensiero creativo fra Umanesimo e Scienza, ideato e proposto dall’associazione Genitori e figli: istruzioni per l’uso in collaborazione con il CIDI Palermo.

A parlare in questo terzo incontro, che si svolgerà oggi, giovedì 14 gennaio, alle 17:30, nell’aula magna della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo, il sociologo Domenico De Masi.

Professore di sociologia del lavoro presso l’Università La Sapienza di Roma, De Masi è il fondatore della S3Studium, scuola di specializzazione nelle scienze organizzative e cofondatore di Symbola, associazione italiana delle imprese eccellenti. È anche membro del comitato etico Biotech, oltre ad essere stato l’ideatore del master in Comunicazione ed organizzazione, sempre presso l’Università La Sapienza. È inoltre il direttore responsabile della rivista Next.

L’incontro con Domenico De Masi fa parte del ciclo di incontri di Educare oggi, che spaziano fra umanesimo e scienza che, lungi dall’escludersi a vicenda, sono due scuole che possono concorrere alla formazione di un pensiero creativo e divergente, capace di leggere la realtà ma anche di reinventarla.

Il comitato scientifico del master è composto da figure importantissime nel campo del pensiero e cioè la psicologa Silvia Vegetti Finzi, lo psicoanalista Massimo Recalcati e si avvale della consulenza del Priore di Bose Enzo Bianchi.

Il percorso formativo, che prevede altri sei incontri compreso quello con Domenico De Masi, è promosso dall’associazione Genitori & figli: istruzioni per l’uso, si avvale del patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, dell’Università di Palermo e della certificazione ufficiale del CIDI, il Centro Iniziativa Democratica Insegnanti, come soggetto qualificato dal MIUR.

Quest’anno all’iniziativa si è aggiunto anche il patrocinio gratuito del Comune di Palermo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.