In occasione della ricorrenza internazionale celebrata ogni anno quale giornata di commemorazione delle vittime dell’Olocausto, l’Ente regionale per il diritto allo studio universitario di Palermo (Ersu) inaugura, mercoledì 27 gennaio 2016 alle ore 18:30, lo Spazio della Memoria dedicato alla Shoah, realizzato dall’associazione Nami presso la sede della residenza Universitaria Santissima Nunziata di Palermo (piazza Casa Professa).

Lo Spazio della Memoria comprende: una piccola biblioteca composta da circa 200 libri sul tema dell’Olocausto, una postazione multimediale collegata con la digital library del Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea (CDEC) e un simbolico percorso multisensoriale per accompagnare gli ospiti in un breve viaggio realizzato per non dimenticare gli orrori della Shoah. Il materiale presente presso lo spazio sarà messo a disposizione degli studenti e dei ricercatori per attività di documentazione e didattica e resterà fruibile, di mattina, dal giorno 28 gennaio. Simbolico la scelta del luogo: la residenza universitaria sorge, infatti, nell’area dell’antica Giudecca, l’antico quartiere ebraico di Palermo. L’evento rientra nel piano di Student’Art Ersu 2016.

Per la realizzazione dello Spazio della Memoria dedicato alla Shoah hanno concesso il patrocinio morale: il CDEC di Milano (Centro di documentazione ebraica contemporanea), la Comunità ebraica di Napoli, l’ISSE di Palermo (Istituto siciliano studi ebraici) presieduta da Eveline Aouate, l’assessore regionale all’Istruzione Bruno Marziano, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Università degli studi di Palermo, l’università Lumsa di Roma,l’Accademia delle Belle arti di Palermo, il Conservatorio di musica Vincenzo Bellini di Palermo, l’IPSAR Cascino di Palermo.

Sponsor tecnici sono, invece: la redazione di iostudionews.it, COT Ristorazione, la società Informatica ICSPalermo, l’associazione “Agorà per la promozione territoriale”, la società “Green Energy Agricola” di Petrosino (Tp).

Per l’occasione il presidente dell’Ersu, Alberto Firenze, ha scritto una lettera agli studenti universitari nella quale li invita all’unità per tenere sempre ferme le coscienze contro gli orrori che non devono più ripetersi come la Shoah.

Il programma del 27 gennaio 2016 presso la Residenza Universitaria Santissima Nunziata prevede:

  • ore 18:30 accoglienza intervenuti presso atrio Santissima Nunziata
  • ore 19:00 inaugurazione, al primo piano, degli “Spazi della memoria”: piccola biblioteca e installazione multimediale. Saluto delle autorità intervenute.
  • ore 19:30 performance dell’attrice Elena Pistillo con testi di Primo Levi e discorso finale tratto dal film “Hannah Arendt” di Margarethe Von Trotta; con sottofondo di chitarra classica suonata da uno studente del Conservatorio di musica Vincenzo Bellini.

Al termine un’evocazione gastronomica offerta da Cot Ristorazione. Il servizio di accoglienza sarà, invece, assicurato dagli studenti dell’Ipsar Cascino di Palermo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.