La dottoressa Giovanna Rosone, ricercatrice TD-A presso l’Università di Pisa, lo scorso giugno ha vinto un prestigioso SIR.

La proposta progettuale, formulata quando la dottoressa Rosone era titolare di assegno di ricerca presso l’Università di Palermo, prevede come host institution il Dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Palermo.

Il progetto dal titolo Combinatorial Methods for Analysis and Compression of BIOlogical SEQuences della durata di 36 mesi, studierà nuovi algoritmi e strutture dati che permetteranno di gestire le grandi quantità di dati provenienti dalle moderne tecniche di sequenziamento del DNA facendo uso della combinatoria delle parole e della teoria dell’informazione.

Il principale obiettivo sarà quello di confrontare collezioni di dati genetici e l’individuazione di anomalie genetiche nelle sequenze di DNA, al fine di determinare, per esempio, la presenza di eventuali malattie.

Per ottenere tali risultati sarà fondamentale superare il collo di bottiglia che gli algoritmi esistenti si trovano ad affrontare, dovuto all’incapacità dei moderni computer di gestire le grandi quantità di dati che vengono prodotte dalle moderne tecniche di sequenziamento di DNA.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.