Parte da Palermo, ma ha già assunto rilevanza nazionale e internazionale, l’attività dell’Osservatorio Permanente della Giustizia Tributaria costituito su iniziativa dell’Associazione Nazionale dei Magistrati Tributaria, guidata dal presidente, dottor Ennio Sepe e dal vicepresidente, dottor Salvatore Pillitteri, su impulso della Sezione siciliana della stessa Associazione, presieduta da Vittorio Aliquò.

L’Osservatorio costituisce una realtà unica allo scopo di realizzare attività di monitoraggio della Giustizia Tributaria anche al fine di sviluppare percorsi formativi e professionalizzanti di tutti gli operatori del settore: Magistratura Tributaria, Istituzioni Universitarie di tutto il territorio nazionale, Enti Territoriali e Regionali, Associazioni di categoria degli industriali e del commercio tra le più accreditate e da anni impegnate anche in percorsi di professionalizzazione e qualificazione dei propri aderenti, e Ordini Professionali di ambito giuridico e economico.

Soci dell’Osservatorio: l’Associazione Nazionale dei Magistrati Tributari (AMT) che conta 2000 iscritti in tutta Italia, l’Università di Palermo, l’Università di Bari, la Scuola Europea di Alti Studi Tributari dell’Università di Bologna (SEAST) che coordina un gruppo di sette Università Europee nella ricerca e nella formazione superiore in ambito tributario, l’IRFIS- Finanziaria per lo Sviluppo della Sicilia SPA, l’ANCI Sicilia, l’Associazione degli Industriali della Provincia di Palermo – Confindustria Palermo con più di 600 associati e la Camera di Commercio di Palermo, con migliaia di aderenti nella sua circoscrizione.

Sostengono l’iniziativa anche gli Ordini degli Avvocati, che conta tra i suoi iscritti 5000 avvocati solo a Palermo, e l’Ordine dei Commercialisti di Palermo, con i suoi 2000 iscritti, i cui Presidenti fanno parte il Comitato Scientifico dell’Osservatorio. Il Consiglio di amministrazione dell’Osservatorio è così composto: Dottor Ennio Attilio Sepe, Dottor Vittorio Aliquò, Dottor Giuseppe Guzzo, Professoressa Maria Miceli; Dottoressa Rosa Montalto; Avvocato Salvatore Pillitteri, Dottor Giuseppe Prestigiacomo; Avvocato Ettore Sanfilippo.

Il Comitato Scientifico: Dottor Giovanni Battista Macrì, Dottoressssa Mariangela Mazzaglia, Professor Adriano Di Pietro, Professor Andrea Parlato, Professor Roberto Pignatone, Professor Angelo Cuva, Professor Antonio Felice Uricchio, Professor Giuseppe Cipolla, Professor Giuseppe Liotta, Avvocato Francesco Greco, Dottor Fabrizio Escheri .

Tutto ciò, rende necessario un incremento e una progressiva specializzazione e qualificazione delle risorse umane sia in termini di organico degli Organi Giudicanti, dell’Amministrazione Finanziaria, di Professionisti abilitati e specializzati, avvocati e commercialisti, e di altre figure professionali a diverso titolo coinvolte in un settore di rilevanza strategica nell’ambito del Paese per le complesse e rilevanti implicazioni e il decisivo impatto rivestito dalla Fiscalità nell’ambito dei rapporti economici e sociali. Soprattutto in un momento di crisi è necessario più di prima compiere un’attività di sostegno alle imprese, alle realtà produttive del commercio e dell’agricoltura anche attraverso la diffusione di conoscenze specifiche sull’argomento ma anche tramite lo sviluppo di best practice di rapporti virtuosi tra enti impositori e contribuenti.

Va considerata inoltre la rilevanza della fiscalità locale che rappresenta oggi per gli enti territoriali una forma di sostentamento necessaria per la loro stessa esistenza, considerata la considerevole riduzione dei trasferimenti pubblici. Secondo Alessandro Albanese, presidente di Confindustria Palermo, «l’osservatorio permanente è un’iniziativa di strategica importanza anche per il mondo produttivo, in un momento in cui l’impresa deve sempre di più approfondire le proprie conoscenze e competenza in un ambito – quello fiscale – che è quotidianamente al centro dell’attività dell’imprenditore».

«L’attività dell’Osservatorio rappresenta un esempio virtuoso di processi sinergici di collaborazione tra mondo accademico, realtà istituzionali e mondo delle professioni, per l’attivazione di percorsi circolari di scambio e reciproca permeabilità – dichiara il Rettore dell’Università di Palermo, il professor Fabrizio Micari -. Accolgo favorevolmente questa iniziativa che si inserisce nelle politiche di incremento degli sbocchi occupazionali dei nostri studenti , in particolare di quelli che intraprendono i percorsi giuridici afflitti da un calo delle iscrizioni anche in conseguenza di un territorio che paga fortemente una grave crisi di natura socio-economica».

«Il settore della Giustizia Tributaria – sottolinea Maria Miceli, Professore Ordinario dell’Università di Palermo – costituisce oggi un settore di indiscussa rilevanza. Basti pensare all’incidenza della pressione fiscale e all’aumento esponenziale del contenzioso fiscale. Solo in Cassazione, più del 40% dei ricorsi pendenti riguarda proprio il contenzioso di natura fiscale. Il progetto comune è quello di attivare percorsi di formazione e professionalizzazione di tutti i soggetti interessati, come presupposto per sviluppare anche forme nuove di sostegno alle imprese e alle attività produttive».

«Fin dagli albori della nostra associazione – dice il presidente dell’Associazione Magistrati Tributari sezione Sicilia, Vittorio Aliquò – pensammo di istituire un Osservatorio della Giustizia Tributaria. Vi abbiamo lavorato per quasi un decennio, superando grosse difficoltà. In un sistema legislativo tributario come quello attuale di grande frammentazione ed estrema complessità tecnico-giuridica ma anche di enorme incidenza economica e sociale, appare indubbiamente utile promuovere e attuare programmi di collaborazione fra diversi organismi., al fine di sviluppare la cultura tributaristica e di favorire la giustizia nel settore«.

«L’Irfis -FinSicilia – dichiara Rosario Basile, Presidente di Irfis-FinSicilia – in linea con il ruolo storico di promotore e sostenitore dello sviluppo del territorio e dell’economia della nostra Isola ed oggi quale Intermediario Finanziario interamente partecipato dalla Regione Siciliana, ha ritenuto che l’Osservatorio costituisse un’importante ed originale iniziativa – unica nel suo genere – senza scopo di lucro, né appartenenze politiche o confessionali, il cui fine essenziale è quello di favorire lo studio e la diffusione della cultura giuridica tributaria. La materia tributaria costituisce infatti un elemento di crescente rilevanza, sia per gli Organi Giurisdizionali come la Magistratura Ordinaria e Tributaria, sia per le Istituzioni di Polizia Giudiziaria ed in particolare della Guardia di Finanza, sia direttamente per gli operatori economici, per le imprese e per i cittadini, sempre più coinvolti nei rapporti economici e sociali da una normativa fiscale in costante ed in rapida evoluzione. La diffusione ed il miglioramento della cultura tributaria contribuisce certamente allo sviluppo dell’attività imprenditoriale sana, ed in genere delle relazioni economiche, nel segno della legalità e della correttezza sostanziale dei rapporti».

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando e l’assessore al Bilancio Luciano Abbonato si compiacciono «dell’avvio dell’attività dell’Osservatorio Tributario il cui ruolo certamente sarà di rilievo alla luce delle recenti necessarie riforme che stanno intervenendo nel settore della giustizia tributaria e della riscossione, anche con riferimento ai tributi locali. L’Anci e il Comune di Palermo parteciperanno alle attività dell’Osservatorio con lo scopo di favorirne il migliore scambio di informazioni e la più virtuosa collaborazione con le amministrazioni comunali».

La Scuola di Scienze Giuridiche ed Economico-Sociali ha creato all’interno del portale UniPa un sito ufficiale dell’Osservatorio che ospita news e novità legislative e giurisprudenziali in tema fiscale e anche una Rivista, sempre on line, volta alla pubblicazione di saggi di riflessione scientifica e commenti giurisprudenziali. La Direzione Scientifica della Rivista, inoltre, ha già avviato una collaborazione con il Massimario della Commissione Tributaria Regionale per la raccolta, commento e pubblicizzazione delle massime delle sentenze di merito della giurisdizione tributaria locale per la libera fruizione da parte di tutti gli operatori professionali del settore.

In cantiere già altre numerose iniziative che saranno ufficialmente presentate durante un Seminario di Studio che si terrà presso la sala delle Capriate dello Steri venerdì 11 e sabato 12 marzo e che avrà ad oggetto specifico gli ultimi importanti decreti di riforma del sistema tributario. Un’importante occasione di studio e riflessione che sarà condotta da autorevoli esponenti della Magistratura tributaria, dell’Agenzia delle Entrate. e prestigiosi Docenti di diverse sedi Universitarie italiane.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.