È iniziata con un minuto di raccoglimento in ricordo delle studentesse Erasmus coinvolte nel grave incidente stradale avvenuto ieri in Spagna la nuova Primavera dell’Università indetta dalla CRUI a cui Unipa ha aderito con un manifestazione ampiamente partecipata e condivisa con le istituzioni del territorio.

«Le difficoltà non mancano – ha commentato il rettore, Fabrizio Micari – C’è il problema dei finanziamenti, del diritto allo studio e del turn over, ma l’Università di Palermo è anche un Ateneo che guarda avanti, che vuole ricostruire e dare il suo contributo alla crescita del territorio. Senza la sua Università, Palermo perderebbe moltissimo dal punto di vista della formazione, della cultura e della ricerca e anche dal punto di vista economico e sociale. Proprio per la consapevolezza del fortissimo legame che il nostro Ateneo ha con questa terra abbiamo voluto coinvolgere in questa importante iniziativa gli studenti, i docenti e i principali attori istituzionali, che ringrazio. Il nostro è sempre più un obiettivo comune: puntare sul sapere, sula formazione e sulla ricerca ma anche sul trasferimento delle conoscenze e sulle strategie per lo sviluppo economico del nostro territorio».

«Oggi – ha detto il sindaco, Leoluca Orlando – l’Ateneo di Palermo con la Conferenza dei Rettori lancia un forte messaggio a fronte del declino del sistema universitario, dovuto alla mancanza di attenzione da parte del governo nazionale. Un declino che sostanzialmente è la spia del declino complessivo del Paese e della sua capacità di costruire il futuro. Questa iniziativa a Palazzo delle Aquile, che segue l’inaugurazione dell’Anno Accademico al Teatro Massimo – conclude Orlando – conferma la sintonia tra l’Università di Palermo e l’amministrazione comunale, perché l’una non è immaginabile senza l’altra».

La giornata ha preso il via con un incontro al Collegio San Rocco, luogo simbolo di criticità, in cui gli studenti hanno intervistato il rettore Fabrizio Micari, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il vicepresidente della Regione Siciliana con delega all’Istruzione e Formazione professionale Mariella Lo Bello e il presidente dell’Ersu Alberto Firenze.

Per l’occasione è stata allestita la scenografia Come sarebbe Palermo senza Unipa?! che rappresenta con figure e numeri la Città “con” e “senza” l’Università.

Il rettore e il sindaco hanno poi assistito a delle lezioni pubbliche tenute sulle scalinate del Teatro Massimo dal prof. Giovanni Fatta e dal prof. Antonello Tancredi, docenti dell’Ateneo palermitano.

La giornata si è conclusa, nell’atrio di Palazzo delle Aquile, con la Straordinaria Proclamazione delle lauree in Scienze Statistiche, Ingegneria Gestionale ed Ingegneria Elettrica, nell’ambito del programma di Doppio Titolo con Unipa e la Universidad Federal de Ouro Preto (Brasile) alla presenza del rettore Micari e del sindaco Orlando, momento in cui si è sottolineato lo stretto e complementare rapporto tra l’Ateneo e il territorio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.