«Oggi nella nostra città abbiamo una sfida importante da cogliere: quella educativa che ci richiede un impegno serio soprattutto verso i giovani che ci sono affidati e ai quali dobbiamo offrire una prospettiva di vita».

Lo ha detto l’Arcivescovo monsignor Corrado Lorefice, martedì scorso nella sala Magna in occasione della celebrazione Eucaristica in preparazione della Pasqua, organizzata dalla cappellania universitaria diretta da don Riccardo Garzari e animata da un gruppo di studenti. «L’augurio che faccio all’istituzione universitaria – ha aggiunto Lorefice – è di credere che possiamo condividere questa comune trepidazione e che possiamo camminare insieme».

Alla liturgia hanno preso parte il rettore Fabrizio Micari, il pro-rettore vicario Fabio Mazzola, il direttore generale Mariangela Mazzaglia e tanti docenti e personale tecnico e amministrativo.

Il rettore ha espresso parole di compiacimento per la presenza del Vescovo che ha celebrato il precetto pasquale e al termine della celebrazione, come segno di gratitudine gli ha regalato una maglietta dell’Università di Palermo e una riproduzione in terracotta raffigurante il prospetto dello Steri realizzata dall’artista Vincenzo Vizzari.

«Ringrazio don Corrado – ha detto il rettore Fabrizio Micari – perché ancora una volta con la sua semplicità e la sua straordinaria umanità ci ha fatto questo dono di essere stato con noi. Lo ringrazio anche per il messaggio di speranza che ci ha regalato e avere reso la nostra Pasqua ricca, bella, alta e nobile. Don Corrado ci ha voluto dare una chiara indicazione, una linea da seguire e cioè l’impegno per dare un futuro a questa terra e ai nostri giovani. Sono convinto anch’io che ci riusciremo solo se riusciremo a fare rete e ad essere squadra».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.