Ieri un gruppo di studenti del Collettivo Universitario Autonomo Palermo ha occupato il rettorato di Unipa di piazza Marina.

Come si legge sulla loro pagina Facebook, la protesta è stata organizzata «contro la tassa parcheggio e la privatizzazione dell’Università».

In particolare, i manifestanti sono contrari all’istituzione di Uniparking, provvedimento approvato dal consiglio d’amministrazione di Unipa nell’agosto del 2009, quando il rettore era Roberto Lagalla, attraverso cui fu sottoscritta una convenzione con un consorzio di tre imprese private che gestiranno l’ingresso e il parcheggio a pagamento nella cittadella universitaria.

Due gli striscioni esposti dagli studenti: Stop Uniparking e Fuori i privati dall’Università.

Fabrizio Micari ha ricevuto una delegazione degli studenti e, a tal proposito, ha affermato: «Ci stiamo confrontando con la ditta per cercare di strappare condizioni migliori. Per prima cosa dobbiamo cercare di graduare le tariffe, invece che in funzione delle otto classe Isee che c’erano precedentemente, in rapporto delle 22 fasce odierne. Naturalmente le classi più basse pagheranno meno, per cercare di rendere più indolore possibile questa decisione, che ripeto, io non avrei preso. Inoltre è importante riservare quanti più stalli possibili agli studenti».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.