Oggi, giovedì 28 aprile, alle 10:00, presso la Sala Magna dello Steri, piazza Marina, 61, il Comandante della Legione Carabinieri Sicilia, Generale di Brigata Riccardo Galletta, terrà una lectio magistralis dal titolo Studio di un caso storico: la battaglia di Waterloo.

L’incontro, che si svolgerà nel contesto di un seminario destinato agli studenti del corso di Metodologia della ricerca storica- Scienze della formazione primaria – tenuto dal professor Nicola Cusumano, contribuirà ad un approfondimento sulla rivoluzione militare legata alle guerre napoleoniche.

Dopo i saluti del Rettore professor Fabrizio Micari, il professor Antonino Giuffrida, Coordinatore della laurea Magistrale in Storia, Antropologia e Geografia, e il professor Nicola Cusumano introdurranno il seminario illustrandone gli obiettivi didattici e storiografici.

Le rivoluzioni americana e francese mettono in primo piano il ruolo chiave assunto dal cittadino – soldato nella conduzione della guerra moderna. Una evoluzione politica e istituzionale che condizionò profondamente l’arte della guerra ottocentesca e segnò l’assetto dell’Europa. L’esercito francese, nel quale il cittadino è chiamato ad impugnare le armi per difendere la patria dai nemici della rivoluzione, si trasformerà con Bonaparte in uno strumento essenziale per l’affermazione della Nazione prima e dell’Impero poi.

Il Generale di Brigata dei Carabinieri Riccardo Galletta, fiorentino, ha frequentato l’Accademia Militare di Modena. È laureato in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Pedagogia, Scienze della Sicurezza e Scienze della Sicurezza interna ed esterna. Ha comandato le Compagnie di Gaeta e di Roma-Casilina, nonché la Compagnia di Polizia Militare e di Sicurezza al Comando Supremo della Nato a Mons, in Belgio. Ha comandato poi il Gruppo di Palermo ed il Comando Provinciale dei Carabinieri di Brescia. Ha ricoperto vari incarichi presso il Comando Generale dell’Arma, fra i quali quello di Capo Sezione Operazioni, Capo della Sala Operativa, Capo Ufficio del Vice Comandante Generale, Capo Ufficio Cerimoniale, Capo Ufficio Criminalità Organizzata e Capo dell’Ufficio del Capo di Stato Maggiore.

Dal 30 giugno 2015, lasciato l’incarico di Capo del III Reparto del Comando Generale, è Comandante della Legione Carabinieri “Sicilia”. È stato docente di Storia Militare dell’età contemporanea presso la Scuola Ufficiali dei Carabinieri di Roma.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.