È stata presentata ieri allo Steri la Notte Europea dei Ricercatori alla presenza del rettore Fabrizio Micari, del sottosegretario del Miur Davide Faraone e del professore Michelangelo Gruttadauria. Venerdì 30 settembre oltre 100 ricercatori trasformeranno il centro storico di Palermo in un laboratorio a cielo aperto con decine di attività tra spettacoli, giochi, visite guidate e conferenze aperte a tutta la cittadinanza fino a tarda notte.

Le Università coinvolte sono Palermo, Perugia, Ancona e L’Aquila.

SHARPER è uno dei sei progetti promossi e finanziati dalla Commissione Europea nel quadro delle azioni Marie Skłodowska-Curie.

Programma completo.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.