Il bando per i fondi da assegnare alle attività studentesche sarà ispirato a nuovi criteri e porrà l’attenzione su spazi da riqualificare nelle strutture universitarie.

La somma disponibile sarà di 300 mila euro e si proverà a stimolare la collaborazione tra diverse associazioni.

Per accedere occorrerà presentare dei progetti di qualità (che saranno anche valutati ex post) e verrà istituito un limite massimo di spesa più basso rispetto al tetto massimo previsto per chi parteciperà al bando da solo.

Le aule e i luoghi all’aperto individuati per le attività verranno riqualificati dall’Ateneo.

Un altro bando riguarderà l’assegnazione di spazi per riunirsi che andranno alle associazioni con un componente eletto in un organo di rappresentanza, a chi avrà realizzato attività culturali di qualità, in base al numero degli associati e alla pertinenza delle iniziative organizzate con la scuola in cui si intende ottenere uno spazio. Negli ultimi anni ci sono state alcune polemiche per l’assegnazione degli spazi e per il rispetto del regolamento.

I bandi sono previsti entro l’anno.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.