Come riporta Repubblica Palermo è stato annullato dal Tar Sicilia un concorso per ricercatore di Idraulica agraria vinto da Giuseppe Carollo. In commissione c’era Vito Ferro, che ha firmato con lui 44 pubblicazioni. Ferro è stato prorettore col precedente rettore Roberto Lagalla e si era candidato a rettore contro l’attuale rettore Fabrizio Micari.

Il ricorso è stato presentato da Mario Minacapilli, assistito dall’avvocato Ferdinando Gattuccio. L’Università degli Studi di Palermo e il dottore Carollo sono stati condannati al pagamento delle spese legali.

La trasparenza dei concorsi universitari è spesso oggetto di discussioni.

1 risposta

  1. Francesco

    Vicenda squallida. Ma chi muove il ricorso non sarà di certo un santo. Inoltre tutti i concorsi in questo Ateneo non sono trasparenti. Tutti. Non si vuole più il merito bensí semplice manovalanza che puó tornare utile alla propria causa. É il frutto delle rendite di posizione conquistate e consolidate in questa Universitá, ancora di piú in questa Facoltà’. Si vince un concorso non perché lo si deve vincere ma perché qualcuno lo vuole. Lo sanno tutti.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.