Un minuscolo paesino perduto tra i monti Sicani, ma chi lo vive e lo conosce può raccontarti mille cose belle da vedere e da fare. Noi siciliani siamo fatti così: maestri nel criticare tutto quello che ci sta attorno, ma se un turista ci chiede informazioni sulla nostra terra ecco emergere un orgoglio che fa splendere ogni angolo della nostra amata isola.

Sono così anch’io e il mio orgoglio siciliano, unito al mio essere mamma e al lavoro che ho scelto, mi porta a percorrere i sentieri della Sicilia alla ricerca di luoghi e itinerari a misura di bambino.

Oggi, per la prima volta ospite in questo blog, vorrei chiedere il tuo contributo per promuovere le cose belle del territorio dei Monti Sicani divulgando questo sondaggio. Poche domande, rivolte a genitori e operatori turistici, mirate a individuare strutture ricettive, ristorative e attività che siano adatte alle famiglie che viaggiano con bambini.

Il sondaggio online fa parte della ricerca I Sicani a misura di bambino che sto conducendo per l’Università degli Studi di Palermo. La ricerca ha l’obiettivo di individuare e promuovere 4 itinerari kids friendly sui Sicani e per raggiungere lo scopo ho scelto di coinvolgere i residenti dei comuni interessati per recepire informazioni da chi il territorio lo vive e lo conosce bene.

I comuni coinvolti sono 32: Alessandria della Rocca, Aragona, Bisacquino, Bivona, Burgio, Calamonaci, Caltabellotta, Cammarata, Casteltermini, Castronovo di Sicilia, Cattolica Eraclea, Chiusa Sclafani, Cianciana, Contessa Entellina, Giuliana, Joppolo Giancaxio, Lucca Sicula, Montallegro, Montevago, Palazzo Adriano, Prizzi, Raffadali, Realmonte, Sambuca di Sicilia, San Biagio platani, San Giovanni Gemini, Sant’angelo Muxaro, Santa Elisabetta, Santa Margherita di Belice, Santo Stefano Quisquina, Siculiana, Villafranca sicula.

Se vuoi aiutarmi a promuovere il tuo territorio, ti basterà copiare questo link e condividerlo sul tuo profilo Facebook invitando i tuoi concittadini a rispondere alle domande.

Da siciliano la prima cosa che penserai è forse che il tuo paese non ha strutture adatte alle famiglie, che non ci sono servizi a sufficienza. Ma pensa di avere davanti un turista: un giro sul mulo tra gli abbeveratoi del paese, una visita al fornaio che impasta una farina scura, un soggiorno in quell’agriturismo disperso in mezzo al nulla possono essere l’ingrediente perfetto che renderanno una semplice vacanza un’indimenticabile esperienza per un bambino che viaggia con mamma e papà.

Per ulteriori informazioni sulla ricerca puoi contattarmi all’indirizzo vda@kidsinsicily.it.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.