Da domani venerdì 16 a giovedì 22 dicembre si terrà presso il Complesso universitario S. Antonino (piazza S. Antonino, 1) la rassegna Odisseo arriving alone organizzata dalla Scuola di Lingua italiana per Stranieri (ItaStra) dell’Università degli Studi di Palermo.

Per sette si svolgeranno iniziative in cui sono coinvolti 106 giovani migranti arrivati da soli in Italia, 28 scuole, diverse associazioni artistiche e di volontariato, il Comune di Palermo, 52 relatori, 4 libri, 1 performance teatrale, centinaia di disegni, foto, pitture, installazioni audiovisive e tableau vivent.

La mostra, curata dalla associazione Nuvole Incontri d’Arte, è aperta al pubblico tutti i giorni dalle ore 9:00 alle 21:00 e nasce da un laboratorio di narrazione di quattro mesi sui testi del poema omerico, a cui hanno partecipato un centinaio di minori stranieri non accompagnati appena giunti al porto di Palermo, insieme ad altri giovani italiani e stranieri, sei mediatori e docenti della Scuola Italiana per Stranieri.

Il viaggio di Odisseo, tradotto in tante lingue africane, si è così sovrapposto e intrecciato al racconto per immagini e parole di chi era appena approdato nelle coste siciliane e si è trasformato in forme espressive nuove, grazie al supporto di due artisti, Gaetano Cipolla e Igor Scalisi Palminteri.

L’inaugurazione della mostra sarà domani alle 18:30.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.