Si svolgerà oggi alle 15:00 presso l’aula Capitò della Scuola Politecnica (ed.7; viale delle Scienze) l’assemblea di Ateneo dei precari della ricerca, assegnisti, borsisti e dottorandi, convocata dall’Adi (Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani) e da ADI Palermo, in collaborazione con FLC-CGIL Federazione Lavoratori della Conoscenza e il Coordinamento Ricercatori Non Strutturati Universitari Palermo.

L’assemblea discuterà ed elaborerà proposte sui temi del reclutamento universitario, della lotta alla precarietà nel mondo della ricerca, della riforma del pre-ruolo, dei diritti dei dottorandi e della valorizzazione del dottorato di ricerca dentro e fuori l’università.

L’assemblea dei precari dell’Università di Palermo costituirà la prima tappa di #ricercatorideterminati, un percorso promosso da Adi e aperto a tutte i precari della ricerca, per la costruzione di una proposta complessiva di riforma del sistema di reclutamento e per un piano di assunzioni pluriennale: due priorità per permettere al sistema universitario italiano di sopravvivere e ridare una prospettiva a migliaia di precari della ricerca.

Nell’assemblea si discuterà inoltre di valorizzazione del titolo del Dottorato di ricerca nell’insegnamento nella scuola; estensione indennità di disoccupazione (DIS-COLL) a Dottorandi e Assegnisti di ricerca e di abolizione delle tasse universitarie per i Dottorandi.

Coordinerà l’assemblea Carmelo Galati Tardanico di Adi Palermo. Interventi programmati sulle questioni all’ordine del giorno di Giuseppe Montalbano (segretario nazionale dell’Adi, Annalisa Contato (Adi Palermo e componente del Senato Accademico di Unipa in rappresentanza dei Dottorandi e degli Assegnisti di ricerca e Chiara Cappadonia (FLC-CGIL e Coordinamento Ricercatori Non Strutturati Palermo).

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.