Lo studente che ad aprile ha creato allarme gridando frasi che facevano riferimento alla religione è libero e non sarà espulso.

Il ragazzo, un ventiseienne marocchino con regolare permesso di soggiorno, soffre di una patologia psichiatrica e verrà curato a Trapani.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.