Sabato 27 alle 20:30 nel Cortile Abatelli del Complesso Monumentale dello Steri (piazza Marina, 61) si svolgerà l’evento L’Università è di moda.

L’iniziativa, in collaborazione con Confcommercio (rappresentata dal presidente Patrizia Di Dio) e organizzata da Rosi De Simone eventi, è un percorso per avvicinare gli studenti universitari al mondo della moda e delle attività produttive in genere. In particolar modo, gli studenti del corso di laurea di Disegno industriale, coordinati dal professore Dario Russo, e del corso di laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (Dams), coordinati dal professore Salvatore Tedesco, sono stati coinvolti in tirocini e percorsi formativi specifici, con il supporto di Confcommercio Palermo e delle aziende associate all’associazione Stilisti e marchi di moda.

Il corso di studi Dams ha selezionato una decina di studenti, proponendo loro un ciclo di seminari teorici sulla moda e coinvolgendoli in attività pratiche sul territorio. In particolare, hanno curato gli aspetti dell’evento legati alla definizione del significato culturale della moda e alle forme di comunicazione interessate; hanno inoltre curato la ricerca d’archivio legata alla moda medievale e alla storia di Tristano e Isotta, e sono stati coinvolti nel reperimento del trovarobato di scena per l’evento.

Per gli studenti del corso di laurea in Disegno industriale, sarà l’occasione per mostrare in pubblico i prototipi di abiti, complementi di abbigliamento e una serie di occhiali da sole realizzati durante i corsi di studi nei laboratori di design e nelle tesi di laurea.

Il filo conduttore della serata sarà la storia di Tristano e Isotta, Amor cortese, suggestioni medievali. La storia è riprodotta nella terza trave di legno del tetto dell’aula magna di Palazzo Steri da cui sono state tratte non solo le idee ma anche il “mood” dell’evento.

La scelta e l’individuazione dei motivi iconografici presenti nei soffitti della Sala Magna dello Steri, sulla base di una indicazione proveniente dal prof. Pietro Corrao (coordinatore del CdS magistrale in Studi storici, antropologici e geografici), è dovuta alle ricerche condotte dalla professoressa Patrizia Sardina, con la collaborazione della professoressa Daniela Santoro; a loro si deve la scelta delle immagini più significative ai fini dell’individuazione e promozione delle tematiche dell’evento, nonché la scelta dei motivi narrativi.

La serata sarà condotta da Cinzia Gizzi, sarà allietata da momenti di spettacolo in linea con l’atmosfera medievale in cui sarà immerso il pubblico presente e realizzata con la complicità degli attori del Circ’Opificio, scuola di circo e arti performative. Monia Arizzi e Licia Raimondi introdurranno i due spazi dedicati agli studenti della facoltà di Architettura e del Dams. Una cornice dorata, grande quanto il portone d’ingresso di Palazzo Steri, permetterà al pubblico di passare simbolicamente dal presente al passato, in un’atmosfera di medioevo preraffaellitico. Gli artisti rappresenteranno tableau vivant con abiti medievali su trampoli, in una sfera di cristallo, con maghi e una donna con piccole fiamme e una coppia di acrobati quasi giullari che riproporranno i giochi delle antiche corti. Anche la passerella, con dei posing, o statue viventi, rivivrà lo stesso mood, sotto la regia moda di Marika Messina.

Le aziende coinvolte: Atelier Gigante, Casa E Putia, Daniela Cocco, Dress, Donna Più, DueRRuote, Figure, Leone Calazature, Gaia, La Vie en Rose, Madì Creazioni, Ma.Dì Creazioni, Quartararo calzature, Sailor, Vuedu.

Gli sponsor: MotorVillage Palermo, Unipol di Giuseppe Di Giovanni, Mediolanum, Riggio, Longho, Accademia luci, Vitalflora.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.