È stata una settimana di disagi e di polemiche per gli studenti disabili dell’Università degli Studi di Palermo.

L’assistenza è passata dall’associazione Who is handy onlus alla Sanfilippo onlus” di Messina che si è aggiudicata il servizio per 44 mila euro l’anno. Non viene più garantito l’assistente individuale, come previsto dalla carta servizi. Ne è disponibile uno ogni cinque disabili (come previsto dalla legge) e gli assistiti sono 40.

Alcuni studenti hanno protestato davanti al centro unico per i disabili e presentato un esposto. La Polizia ha acquisito la documentazione.

L’Ateneo monitorerà tutti gli eventuali disservizi dovuti al passaggio di consegne tra la precedente associazione e quella vincitrice dell’appalto. Alcuni dei disservizi che si sono creati sono probabilmente dovuti alla necessaria riorganizzazione interna del personale e delle attività della stessa associazione.

Un’altra polemica ha riguardato l’assistenza nelle ore pomeridiane e i limiti settimanali e orari delle richieste.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.