Cresce sempre di più il numero degli studenti che si sposta in bicicletta per andare all’Università. Le strade di Palermo, però, non sono affatto a misura di “ciclista”. Poche, troppo poche, infatti, le piste ciclabili, e soprattutto lontane dai classici percorsi che portano in viale delle Scienze e in via Maqueda.

Unica “isola felice” via Archirafi, attraversata da una pista ciclabile che copre tutta la via Lincoln e il Foro Italico.

Ma il resto è inadeguato ad un mezzo di trasporto che, stando alle statistiche, si sta sempre più diffondendo. Basti pensare che in alcuni Paesi, come la Spagna, si cominciano a vendere più biciclette che auto.

L’amministrazione comunale, quindi, dovrebbe “attrezzarsi” per permettere ai “biker” che circolano per la città di muoversi liberamente, senza rischiare di essere investiti da un’auto. Nel “migliore” dei casi.

Siete d’accordo, vero?

A proposito dell'autore

Laureata in scienze giuridiche nel 2012. Amante di tutti gli animali, si avvicina al mondo dei social network nel 2009 e comincia l’attività di volontariato “virtuale”, avvalendosi di Facebook e dei siti web che danno spazio a tutti gli amici a quattro zampe in difficoltà. Da luglio ad ottobre 2012 ha collaborato con Ilmoderatore.it, occupandosi della rubrica “Animali”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Younipa su facebook, Instagram e Twitter