Il Consiglio d’amministrazione dell’Università ha approvato il bilancio di previsione per l’anno 2018.

La somma è di 272 milioni di euro, di cui 36,5 milioni di euro derivanti dalla contribuzione studentesca che saranno reimmessi nel circuito per il potenziamento dei servizi rivolti agli studenti e per la ricerca.

L’Ateneo ha stanziato 3 milioni di euro per il triennio 2018/2020, di cui 700 mila euro per la ricerca finanziata su fondi dell’Ateneo per un investimento complessivo di 1 milione e mezzo solo nel 2018.

Per la manutenzione delle attrezzature scientifiche l’Ateneo sonno stati stanziati 150 mila euro, altri 500 mila invece saranno destinati alla retribuzione della didattica svolta dai ricercatori a tempo indeterminato.

Per i servizi di placement sono stati previsti investimenti per 75 mila euro, mentre per il tutorato 335 mila euro. Altri 330 mila euro per potenziare i servizi agli studenti disabili, di cui 110 mila per il tutorato.

Per i ricercatori a tempo indeterminato sono stati stanziati 550 mila euro destinati alla retribuzione aggiuntiva ai ricercatori ai quali viene affidato parte del carico didattico.

Risorse anche per il personale amministrativo e i docenti: sono state deliberate complessivamente 43 assunzioni a tempo indeterminato: 19 per professori ordinari e 24 per professori associati per i quali si erano concluse le procedure concorsuali.

Nei prossimi giorni saranno definite anche le posizioni per una decina di ricercatori che da tempo attendono la stabilizzazione.

Infine, sono stati stanziati 328 mila euro per i contributi socio assistenziali per il personale tecnico-amministrativo bibliotecario aumentando in questo modo la disponibilità iniziale di oltre 100 mila euro.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.