Secono un sondaggio di Sodexo sugli stili di vita degli studenti universitari effettuato su quattromila studenti di Italia, Cina, Stati Uniti, Regno Unito, Spagna e India gli studenti italiani sarebbero i più insoddisfatti.

Il 38% degli studenti non è soddisfatto della propria vita e il 46% boccia il proprio percorso accademico. Altrove le percentuali di soddisfazione sono invece più alte: India 82%, Cina 76%, Regno Unito 75%, Stati Uniti 73% e Spagna 70%. Il 36% degli italiani ha pensato almeno una volta di abbandonare l’università, contro il 5% dei cinesi, il 20% degli indiani e il 37% degli inglesi.

Le cause sarebbero l’eccessivo carico di lavoro e la mancanza di equilibrio tra il tempo da dedicare allo studio, alla socializzazione e al lavoro. Il 43% non crede che riuscirà a trovare un lavoro dopo la laurea e il 39% non crede di essere in grado di cercare il lavoro dopo il titolo di studio. Il 31% non crede di raggiungere una votazione che corrisponda alle proprie aspettative dopo aver discusso la tesi.

Gli studenti italiani sono quelli che soffrono di più nell’adattarsi agli studi universitari. Un terzo di loro ha trovato difficili i nuovi metodi di insegnamento, mentre poco meno del 20% sostiene che è difficile adattarsi al corso di studi. Si tratta di una percentuale significativamente superiore a quella di altri Paesi, tranne che della Spagna.

Gli italiani tendono molto meno di altri a considerare l’università ospitale verso i nuovi studenti; lo dice solo il 39% rispetto alla media del 54%.

Il 55% dei giovani italiani vive in famiglia nel periodo degli studi, una quota molto superiore alla media internazionale, ed equivalente alla Spagna. Soltanto il 10% vive in alloggi di proprietà dell’università, dove quasi i due terzi hanno il Wi-Fi.

L’83% degli studenti studia nella propria stanza, il 66% pratica attività fisica 2-5 volte alla settimana, il 38% dorme sette ore per notte e il 31% 8 ore, trovarsi con gli amici a casa di qualcuno è il modo di socializzare più diffuso, il 72% mangia fuori casa almeno una volta alla settimana e il 55% va in un pub o al bar almeno una volta alla settimana.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.