Da alcuni giorni alcuni studenti si sono accampati per protesta con delle tende davanti al pensionato Santi Romano poiché idonei a ricevere servizi per gli studenti ma effettivamente non assegnatari per coperture insufficienti.

Domattina verranno ricevuti dall’assessore regionale alla Formazione ed ex rettore Roberto Lagalla nella sede dell’assessorato, insieme al commissario dell’Ersu Giuseppe Amodei, al nuovo presidente in pectore (per cui si attendono il parere dell’Ars e l’autorizzazione del rettore, in quanto docente dell’ateneo,a ricoprire l’incarico, a tutt’oggi non pervenuta in assessorato), ai rappresentanti degli studenti eletti in consiglio d’amministrazione dell’Ersu e a un delegato di Unipa.

Lagalla ha dichiarato: «Negli anni 2018 e 2019, ricadenti nel periodo di gestione del governo Musumeci, il numero assoluto di borse di studio e le risorse destinate alla tutela del diritto allo studio universitario sono cresciute fino a garantire una copertura superiore al 70 per cento delle richieste, come mai accaduto dal 2009 al 2016. Ancorché in un quadro ampiamente e inconfutabilmente migliorato rispetto al passato, è pur vero che circa un migliaio di studenti, nonostante idonei, restano senza adeguate coperture. Ho chiesto agli uffici e alla direzione dell’Ersu come si possa venire incontro, nei limiti delle risorse disponibili, alle comprensibili istanze dei giovani, dei quali riceverò a breve una delegazione, appena avrò avuto riscontro degli approfondimenti tecnici richiesti».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Younipa su facebook, Instagram e Twitter