Lo Starting Finance Club Palermo nasce il 2 aprile 2019 dalla voglia di alcuni studenti del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali e Statistiche di voler approfondire temi legati al mondo economico – finanziario.

I fondatori dello Starting Finance Club Palermo, Francesco Giallombardo (attuale presidente) e Domenico Facella, hanno come obbiettivo quello di mettere in contatto il mondo accademico con il mondo delle imprese, affinché i profili post laurea degli studenti siano appetibili per il mondo del lavoro.

La prima realtà Starting Finance nasce a Roma nel 2016 e ad oggi è un vero e proprio network nazionale, presente in 24 università italiane, tramite cui gli studenti hanno la possibilità di condividere l’interesse per la finanza con gli altri studenti dei Club ed hanno un riscontro pratico delle tante nozioni studiate all’università.

Starting Finance Club promuove l’educazione finanziaria organizzando incontri ed eventi con esperti del settore, portando all’interno delle facoltà testimonianze dirette dal mondo del lavoro. Tra i vari eventi rilevanti Starting Finance Club Palermo ha realizzato un corso avanzato di Excel for Finance in cui un professionista di una grande multinazionale del settore ICT ha guidato gli studenti nella costruzione di Profit & Loss Plan e di tabelle Pivot e nell’utilizzo delle più svariate funzioni di Excel.

Inoltre, grazie al lavoro di Starting Finance Club Palermo, il 30 ottobre si è svolta una tappa dell’UniCrypto tour, per la prima volta nell’Università degli Studi di Palermo. All’evento ha partecipato Gian Luca Comandini, imprenditore di successo nel campo della comunicazione ed uno dei massimi esperti italiani di blockchain e criptovalute, inserito da Forbes nella lista degli Under 30 più influenti d’Italia. Davanti all’Aula Magna Vincenzo Li Donni gremita (più di 600 studenti presenti), il prof. Comandini ha fatto approfondimenti relativamente all’ambito Fintech ed alle prospettive di utilizzo futuro della tecnologia blockchain in svariati ambiti della società.

Altro evento di rilievo tenutosi quest’anno ad ottobre è stato l’incontro con l’imprenditrice Marta Basso, Vlogger e Co-Founder Millennial Warriors. Tema centrale è stato l’ingresso dei giovani di valore nel mondo del lavoro e dell’imprenditoria superando il gap generazionale. L’incontro ha visto intervenire Francesco Casarella, divulgatore finanziario e founder Colazione a Wall Street, che ha parlato di Educazione Finanziaria e Giovanni Nicolosi, Presidente Madonie Outdoor, che ha parlato di Turismo sostenibile. Filo conduttore degli eventi è stato l’avvicinare i giovani studenti dell’ateneo palermitano ad esempi del mondo imprenditoriale da seguire che li possa condurre ad acquisire consapevolezza e padronanza, dal punto di vista pratico, delle nozioni apprese in Università.

Al momento il Club ha partnership attive con DailyInternship e con Resumy. Gli associati a Starting Finance Club Palermo hanno la possibilità di iscriversi a delle offerte di internship personalizzate in modo da essere contattati direttamente quando il loro profilo corrisponderà a una posizione di tirocinio presso una società partner e di ricevere un codice sconto per usare i servizi di Resumy. L’obbiettivo che l’associazione si prefigge di raggiungere è quello di creare un forte collegamento con le aziende del territorio siciliano.

Il presidente di Starting Finance Club Palermo (nonché Area Manager per il Sud Italia e le Isole per coordinare le attività dei Club), Francesco Giallombardo, ha dichiarato: «Considerati i vari progetti che stiamo portando avanti in Università a sostegno di un’acquisizione da parte degli studenti di skills che gli permettano, una volta ultimato il loro percorso universitario, un ingresso più agevole nel mondo lavorativo mi sentirei di rivolgere un invito alle aziende siciliane ad investire maggiormente nei neolaureati e negli studenti dell’Università degli Studi di Palermo. Sarebbe per noi interessante, in qualità di Starting Finance Club Palermo, riuscire a collaborare direttamente con tali aziende nella realizzazione di progetti di formazione trasversale che consentano di colmare il gap che gli studenti hanno una volta terminati gli studi. Tutto questo potrebbe essere un modo per evitare ciò che più di frequente si sta verificando negli ultimi anni e cioè la fuga degli studenti subito dopo il conseguimento della laurea per mancanza di opportunità e di aziende che investano nella loro formazione».

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Ricevi un'e-mail se ci sono nuovi commenti o iscriviti.

x
Segui Younipa su facebook, Instagram e Twitter