Alcune università stanno avanzando la proposta di sospensione degli affitti per gli studenti fuorisede.

L’università di Catanzaro, ad esempio, ha chiesto al Governo di sospendere i canoni di locazione per tutti gli studenti fuori sede che, in questo momento di emergenza, hanno fatto rientro nelle loro città d’origine lasciando camere e appartamenti in affitto vuoti.

L’emergenza Coronavirus sta impattando tutte le categorie sociali, compresi gli studenti universitari, non tenuti in considerazione nel cosiddetto  decreto “Cura Italia“.

La proposta

Dall’entrata in vigore del decreto governativo dell’11 marzo 2020, tutte le attività didattiche sono state sospese e moltissimi studenti fuori sede hanno fatto rientro a casa dalle loro famiglie, lasciando vuoti gli appartamenti locati nelle città universitarie dove seguono i propri corsi di laurea. La situazione economica al momento risulta particolarmente difficile per tutti. Molte attività infatti sono state sospese e le entrate economiche risultano pressoché nulle. In questa situazione stagnante, le famiglie degli studenti sentono la difficoltà di sostenere le spese per l’affitto degli appartamenti lasciati dai figli.

Per questo motivo, alcune associazioni studentesche si stanno mobilitando per chiedere ausili economici al governo.

La richiesta dunque è semplice: in questa situazione drammatica risulta indispensabile la sospensione dei canoni di locazione a favore degli studenti, per tutta la durata dell’emergenza, sperando che presto la situazione possa tornare alla normalità e che gli studenti possano tornare alle loro università e ad abitare gli appartamenti lasciati vuoti.

Anche l’Università di Palermo raccoglie migliaia di studenti fuori sede, provenienti da tutte le province siciliane.

…e all’Università di Palermo?

Nulla ancora si muove in questa direzione da parte della più grande università siciliana e tra le prime 5 università italiane. Il nostro mega Ateneo non si è pronunciato. Siamo sicuri che le associazioni universitarie, sempre sensibili a difendere i diritti degli studenti, proveranno a sensibilizzare la governance dell’università per attivarsi a dare supporto alla richiesta avanzata dalle altre università.

Vi terremo aggiornati!

Cosa pensate della proposta? scriveteci su blog@younipa.it

Condividi

7 Risposte

  1. Avatar
    Nicola

    È giusto che lo Stato in questo momento di grandi paure e crisi economica vada incontro alle famiglie degli studenti fuori sede, con contratti di fitto regolarmente registrati e che non dimentichi chi fitta loro stanze o appartamenti, regolarmente registrati, su cui pagano le tasse.

    Rispondi
  2. Avatar
    Lo muzzo rosolino

    Visto la situazione che stiamo attraversanto ,che in questo mese di marzo le universita di palermo ,restano chiusi fino ha data stabilire,chiedo sé devo continuare ha pagare affitto senza poterla abitare

    Rispondi
  3. Avatar
    Silvana

    Sono pienamente d’accordo perché come tanti altri genitori anch’io ho un figlio fuori sede all’università e con il problema virus ha fatto rientro a casa lasciando la casa vuota.pagando l’affitto a vuoto è non è giusto perché noi genitori costretti a stare a casa e a non lavorare non riusciamo ad affrontare le spese

    Rispondi
  4. Avatar
    Rosella di mizio

    So blocca tutto , blocchi amo anche gli affitti x gli universitari. Io ho due figli che studiano fuori sede uno a modena e ina a firenze , un bel peso!!!!

    Rispondi
  5. Avatar
    Rosella di mizio

    Si blocca tutto blocchiamo anche gli affitti x gli universitari fuori sede io ho due figli che studiano uno a Modena l ‘altra a Firenze un bel da farsi ,,,aiutateci

    Rispondi
  6. Avatar
    asia liberti

    capisco tutti, le difficoltà sono di tutti anche dei propietari che sono obbligati ad affittare la seconda casa frutto di economie e rinunce per far fronte a bollette e tasse ecc,ecc che il nostro amato stato elargisce a gran misura e che quasi sicuramente si trovano senza una pensione di reversibilità causa entrate dell’affitto (Sappiamo che il nostro sistema vuole ricchi solo coloro che sono in politica…su tutti gli altri c’è un freno) , gli studenti hanno lasciato le case vuote? sicuri che non hanno lasciato tutte le proprie cose ? allora i propritari sono liberi di affittarli ad altri che sarebbero disposti a pagare ma per correttezza non lo fanno perchè allo studente da fastidio che un altro dorma nel proprio letto…allora caro stato segui l’esempio dell’america e invece di dare 100 euro ai sanitari in più nel solo mese di marzo ..e in questa situazione si è visto chi REALMENTE MANDA AVANTI IL PAESE PUR AVENDO UN SALARIO MOLTO AL DI SOTTO DI QUELLO CHE DOVREBBE ESSERE pensaci tu a coprire questi buchi perchè mai dovrebbe farlo il proprietario già anche lui fortemente compromesso da questa crisi
    sospendere significa sospendere tutto anche le bollette finanziamenti e mutui e cartelle esattoriali non fare i fighi come si dice col ….. degli altri che in questo caso sarebbero i proprietari

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata