Home

I volatili sono morti nello scoppio e nel crollo di una parte del manufatto che li ospitava. Un carro armato dell’Esercito ha sbagliato mira e ha centrato un allevamento di galline di Vivaro, in provincia di Pordenone.

Numerose galline sono morte nello scoppio e nel crollo di una parte del manufatto che le ospitava. Per questo sono in corso le indagini dei carabinieri e la Procura di Pordenone ha aperto un’inchiesta. E ha messo sotto sequestro non solo il carro armaro impegnato in un’esercitazioni di tiro in un poligono riservato alle Forze armate sul torrente Cellina ma pure gli altri 3 coinvolti nello stesso addestramento. 

L’incidente si sarebbe verificato durante l’esercitazione notturna della Brigata Pozzuolo del Friuli, in cui erano impegnati congiuntamente il Genova Cavalleria e i Lagunari di Venezia. I militari non si sarebbero accorti immediatamente dell’errore perché il colpo non ha innescato alcun incendio. Le indagini della Procura di Pordenone dovranno chiarire perché il “Blindo centauro” ha sparato in direzione del centro abitato, visto che l’area riservata ai tiri si trova in direzione opposta.

Ad accorgersi dell’incidente sono stati i titolari dell’azienda agricola, che non riuscivano a darsi una spiegazione del danno al capannone e del decesso delle galline e hanno chiesto ai carabinieri della Compagnia di Spilimbergo di intervenire. I militari dell’Arma, che erano informati dell’esercitazione notturna, hanno collegato gli elementi e risolto quello che sembrava un giallo.


Altre notizie:

https://www.younipa.it/la-protesta-dei-rider-a-palermo-volantinaggi-e-campagna-social-iononordino/
 

Piste ciclabili, in arrivo un percorso green che collegherà l’Università di Palermo alla stazione

Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

I sogni non accadono se non agisci

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata