Home

Da professoressa di storia a star internazione di Onlyfans. Costretta a lasciare il suo lavoro d’insegnante, ora svolge felicemente la carriera di modella per un famoso e rinomato sito per adulti. È questo ciò che è capitato a Amy Kupps, 32enne originaria del North CarolinaUSA e che, a causa di alcuni scatti molto hot, avrebbe perso il lavoro di professoressa presso la scuola in cui era impiegata precedentemente.

Oggi la donna è una delle modelle più seguite e ricche di OnlyFans, ma prima la sua vita era completamente diversa. Infatti Kupps insegnava storia ai ragazzi di 13 e 14 anni. Qualche genitore, però, si è lamentato presso il consiglio scolastico della passione della prorompente professoressa e questo ha portato la drastica decisione di esonerarla dall’incarico.


Leggi anche: Onlyfans, il social senza censura che fa impazzire il web: come funziona


Prof di storia diventa star di Onlyfans

Inizialmente devastata per essere stata cacciata via dal suo lavoro, ora Amy è appagata per come sta andando la sua carriera da modella per il sito per adulti e che questo lavoro le porta nelle tasche ben 25.000 dollari al mese (circa 21.000 euro) . “Dopo aver lasciato il mio lavoro ero davvero arrabbiata perché tutti quelli che lavoravano lì sembravano voltarmi le spalle. Ero così imbarazzata che i miei colleghi avrebbero scoperto ciò attraverso i pettegolezzi” ha spiegato.

Poi, però, la sorpresa: “Sono rimasto piuttosto sorpresa quando uno di loro ha visitato il mio account alcune settimane dopo. Sono rimasta ancora più scioccata quando mi hanno detto che si erano iscritti sul mio profilo“.

La donna ha raccontato che anche alcuni genitori dei suoi ex alunni hanno fatto lo stesso, e non solo i papà. “Uno di loro mi ha persino detto che sua moglie era coinvolta e che avrebbero guardato alcuni dei miei contenuti insieme. Mi ha fatto impazzire“, ha chiosato Amy.


Leggi anche:

Apre l’Orgasmeria: ecco dove gustare i waffle più peccaminosi d’Italia – FOTO


Condividi

Post correlati

A proposito dell'autore

Mi chiamo Morana Alessandro, classe 2000, palermitano. “non aver paura di sbagliare un calcio di rigore. Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore”

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata